Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 248.264.691
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 10 aprile 2015 alle 07:49

Casatese: EXPO, presentato il consorzio ''Brianza che nutre''

Il Consorzio Brianza che Nutre è pronto per EXPO 2015. Il progetto innovativo, nato nel 2014 e realizzato grazie a un finanziamento di circa 200mila euro da parte di Regione Lombardia e Camera di Commercio di Lecco, sarà un' occasione unica per promuovere lo sviluppo turistico della Brianza attraverso la ricerca e la valorizzazione di eccellenze nei settori agroalimentare, alberghiero, manifatturiero insieme a istituzioni culturali e sociali.
Ricchezza di siti ad alto valore artistico e culturale che uniti alla forte premessa di un tessuto produttivo e imprenditoriale fanno della Brianza un soggetto unico ad altissimo potenziale, non solo in relazione all'imminente manifestazione mondiale Expo 2015.

I rappresentanti del Consorzio Brianza che nutre

Consapevoli della posizione strategico del territorio brianzolo, situato tra l'area metropolitana milanese e quella prealpina e lacustre, i consorziati non si lasceranno certo scappare l'occasione di intercettare nuove opportunità di crescita e sviluppo, anche al di fuori dei confini nazionali, che il grande evento universale avrà modo di offrire loro.
"Il Consorzio Brianza che Nutre nasce per integrare e valorizzare i precisi caratteri identitari della Brianza, caratteri storici, sociali, culturali, ambientali ed economici che possono essere fattori di sviluppo" ha spiegato la presidente Rosadele Galbiati durante la conferenza di presentazione del progetto che si è tenuta giovedì 9 aprile presso la sede territoriale di Lecco di Regione Lombardia. "Potenziare questi elementi, incentivare relazioni, offrire all'eccellenza e all'unicità dell'offerta produttiva una adeguata strumentazione per la conoscenza e la diffusione, promuovere la fruibilità di parchi e sentieri, di luoghi d'arte, di eventi culturali è lo scopo di Brianza che Nutre, che ha raccolto e sta raccogliendo intorno a quest'idea imprese, associazioni e scuole" ha aggiunto la Galbiati.
Insieme alla presidente di Consorzio Brianza che Nutre sono intervenuti anche Fausto Bertinotti, dirigente della sede territoriale di Lecco di Regione Lombardia, Mara Kessler della Camera di Commercio di Lecco, Marcello Pirovano, product manager Consorzio Brianza che Nutre, Gaetano Besana, capofila del Consorzio, e Luca Iadema, progettista del sito web.

Da sinistra Luca Iadema, Marcello Pirovano, Gaetano Besana, Rosadele Galbiati, Mara Kessler

"Lo scopo principale del progetto Brianza che Nutre è creare una reta virtuosa di eccellenze distibuite sul territorio brianzolo" ha continuato il product manager Marcello Pirovano. "Grazie a un'innovativa piattaforma che unisce strumenti digitali (on-line marketplace) con servizi più tradizionali (street-food truck), il progetto intende incentivare e promuovere una domanda di turismo non ancora sviluppata in Brianza, in vista di Expo e oltre".
Come spiegato dai relatori, il Consorzio conferisce alla Brianza una nuova valenza, alla tradizionale vocazione imprenditoriale e artigianale accosta aspetti innovativi, high-tech e creativi, che appartengono a energie e generazioni nuove, futuro del nostro territorio. Questo nuovo concept è stato ottimamente sintetizzato dal logo, un diamante dalla forma eptagonale, con quattordici sfaccettature a rappresentare: tradizione, natura, storia, arte, religione, enologia, gastronomia, artigianato, high-tech, musica, boutiques, benessere, ospitalità, sport. Ognuna di esse, con la propria peculiarità, è parte della Brianza.


Ad oggi sono oltre venti le realtà eccellenti che hanno abbracciato questa opportunità offerta dal Consorzio tra esercizi commerciali, imprese e associazioni. A portare il loro contributo anche alcuni istituti superiori: il Greppi di Monticello Brianza, l'istituto professionale Graziella Fumagalli di Casatenovo e l'istituto tecnico Viganò di Merate. "Abbiamo scoperto forte sinergia con le scuole, che un domani potrà essere occasione di lavoro" ha dichiarato ancora la presidente Galbiati, che ha così concluso: "Brianza nutre certamente il corpo, ma può nutrire anche spirito e mente, con i suoi paesaggi mozzafiato e altri elementi preziosi".
Infine ha preso la parola Gaetano Besana, capofila del Consorzio, che sottolineato l'importanza del gruppo. "La cosa più importante in questo progetto è l'identità. Costruire un gruppo, un progetto, lo si può fare solo se si fa rete, comunicando le proprie esperienze. Noi siamo gruppo, noi siamo futuro".

Per contatti:

facebook/brianzachenutre

twitter: @brianzachenutre

www.brianzachenutre.com


info@brianzachenutre.com

P.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco