Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 242.272.903
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 19 aprile 2015 alle 18:58

Rogeno: 1.300 presenze a 'Tra fantasia e natura', il percorso animato per bambini

Un percorso per le famiglie, ma soprattutto per i bambini che è diventato in questi anni un appuntamento sempre più conosciuto e apprezzato sul territorio. Lo dimostra la crescente adesione a "Tra natura e fantasia", organizzata dal Gruppo amici della scuola dell'infanzia "A. Ratti" di Rogeno.

Le immagini delle famiglie che hanno partecipato all'iniziativa

La manifestazione, giunta alla terza edizione, ha quest'anno accolto circa 1.300 partecipanti. Il comitato organizzatore, per fare fronte alle crescenti richieste, ha persino dovuto creare una lista d'attesa di circa trecento persone. Un successo senza precedenti dunque, se si tiene conto anche di una proposta partita in via sperimentale e subito calorosamente accolta: circa 300 studenti, accompagnati dalle insegnanti, compieranno il percorso nella giornata di domani, lunedì 20 aprile.


L'evento si è tenuto domenica 19 aprile con il punto di partenza di via alla Punta. Ogni dieci minuti un gruppo formato da un massimo di 40 persone cominciava il percorso di oltre due chilometri all'interno del bosco sul lago di Casletto-Rogeno. Il format, della durata di poco più di un'ora, prevedeva varie soste per conoscere gli abitanti del bosco.


Tantissime quindi le creature magiche che i bambini hanno avuto modo di conoscere ed ascoltare: il Vecchio Saggio, depositario dei segreti del bosco e che invita ad esplorare il territorio, il Faggio parlante, il Baby Castagno, Le radici curiose e la Fata Puntina.


Il percorso, animato da personaggi magici e supporti musicali, è espressione del metodo didattico attivo-esperienziale avviato dalla scuola dell'infanzia "A. Ratti" e portato avanti con successo. La natura viene così riscoperta attraverso l'attività sensoriale sperimentata sui cinque sensi e la stimolazione della fantasia grazie ai racconti delle creature magiche incontrate che, anche mediante l'interazione attiva tra i bambini, offrono momenti di animazione e di conoscenza diretta degli abitanti vegetali e animali del bosco.


Nel 2013 il progetto aveva addirittura vinto un bando ministeriale battendo le università e i centri di ricerca nazionali. La manifestazione è inoltre espressione della collaborazione attiva tra il mondo associazionistico presente in paese: il gruppo teatrale ‘I tre pensieri', il gruppo micologico, la Pro Loco, il gruppo pescatori Lariani, la sezione Aido, il punto di incontro di Casletto, Tourincanoa e Brianza Laghi.


Sul versante istituzionale, hanno patrocinato l'evento il progetto scuola Expo2015, la provincia di Lecco, il comune di Rogeno, il Parco Valle Lambro e l'ecomuseo del distretto dei monti e dei laghi briantei.
"Ringraziamo tutti coloro che stanno collaborando per la buona riuscita di questa iniziativa, le associazioni, i volontari e i commercianti e le aziende coinvolte" fanno sapere dal gruppo organizzatore.


Al termine del percorso i bambini hanno potuto partecipare a diversi laboratori didattici inerenti al tema del bosco. L'obiettivo della manifestazione è quello di sempre: permettere a genitori e figli di trascorrere insieme del tempo in modo educativo ma anche di valorizzare il nostro territorio e le sue risorse.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco