Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 247.970.749
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 23 aprile 2015 alle 16:34

Colle B.: la minoranza ospita Valsecchi sul piano idrico. Per il sindaco 'a porte chiuse'

Un incontro per spiegare la proposta di affidamento del servizio idrico integrato in provincia di Lecco elaborata dal comune di Merate. E' quanto ha organizzato il gruppo consiliare di minoranza ''Riprendiamoci Colle'' per questa sera, giovedì 23 aprile. Ospite dell'oratorio parrocchiale di Nava, in Piazza Cardinal Schuster, sarà Remo Valsecchi, che con Stefano Maffi ha elaborato il piano, l'unico sino ad oggi presentato ad eccezione della candidatura di Lario Reti Holding.
Un'iniziativa, quella di questa sera con inizio alle ore 20,45, organizzata in particolare da Aldo Dal Lago, capogruppo di minoranza in consiglio comunale a Colle, nonchè membro della Rete consiglieri informati.

Aldo Dal Lago

''L'affidamento del Sistema Idrico Integrato sta particolarmente a cuore alla minoranza di Colle Brianza'' ha spiegato Dal Lago. ''Come primo e fondamentale criterio della nostra lista civica è l'interesse pubblico. L'oro blu è uno degli argomenti che a maggior ragione deve essere gestito con questo criterio. Lo slogan della lista civica Riprendiamoci Colle è Riprendiamoci l'acqua o comunque Non lasciamocela rubare. Tengo alla pubblicizzazione di questo incontro perché organizzato dalla minoranza nel tentativo di informare la gente ma ancor più consiglieri comunali che dovranno fare una scelta che condizionerà il servizio di fornitura e depurazione delle acque per i prossimi 20 anni. E' una serata contro la disinformazione che imperante sembra minacciare la democratica disponibilità e accessibilità al bene più prezioso: l'acqua. Una disinformazione dolosa o colposa?''.
Un incontro pubblico che ha dunque l'obiettivo di informare cittadini e consiglieri comunali di Colle Brianza e non solo. Alla serata prenderà parte soltanto Remo Valsecchi per conto della proposta di affidamento elaborata dal comune di Merate. L'invito, inoltrato da Dal Lago a Vittorio Proserpio, amministratore di Lario Reti Holding, a tenere una serata analoga, è infatti caduto nel vuoto, come ha confermato lo stesso consigliere di Colle Brianza.

Remo Valsecchi

''Ho telefonato e inviato inviti scritti a Proserpio al fine di ottenere presentazioni pubbliche della candidatura di LRH. Sono riuscito a concordare e tenere uno striminzito incontro con i soli consiglieri di Colle Brianza la sera del 15 aprile. Un'ora e mezza stringata per un argomento che necessiterebbe di varie ore. No al pubblico e ai giornalisti come era accaduto a Monticello''.
Se Lario Reti Holding ha detto no a pubblico e stampa - continuando a mantenere una linea di chiusura sull'aspetto della comunicazione - Remo Valsecchi si è reso disponibile ad un incontro pubblico. Incontro che però non si terrà in municipio, bensì in oratorio, per una ragione ben precisa, come ha spiegato Dal Lago. ''Il sindaco Marco Manzoni si è detto contrario al fatto che si svolgesse una serata pubblica sul progetto di Merate, in quanto Lario Reti Holding ha tenuto un incontro riservato unicamente ai consiglieri. Secondo Manzoni ci sarebbe dunque una disparità di presentazione'' ha continuato Dal Lago. ''Personalmente non condivido questa posizione: non posso certo limitare Valsecchi che si è reso disponibile ad incontrare la cittadinanza, perchè Proserpio non ha voluto fare altrettanto. A questo punto abbiamo scelto di staccare completamente la serata dal municipio e di organizzarla in un altro luogo, nello specifico l'oratorio, grazie alla disponibilità del parroco. Domani spiegherò bene ai presenti anche questa vicenda organizzativa, anche perchè non condivido per nulla l'atteggiamento del sindaco su questa vicenda''.

Marco Manzoni

Una versione dei fatti effettivamente confermata dallo stesso Marco Manzoni. ''Avendo avuto con Lario Reti Holding un incontro dedicato solo ai consiglieri, come da richiesta che mi è stata fatta dall'amministratore unico Proserpio, in qualità di sindaco mi sembrava giusto organizzare un identico confronto dedicato alla proposta di Merate tenendo le stesse modalità. Questo per garantire pari condizioni ad entrambi e senza alcun altro intento. Non è certo mia intenzione favorire qualcuno o nascondere la proposta di qualcun altro. Mi sembrava un agire corretto dal punto di vista istituzionale, poi ognuno è libero di organizzare in paese assemblee pubbliche o altri incontri'' ha precisato il primo cittadino. ''Alla minoranza ho dato comunque la possibilità di convocare l'incontro sulla proposta di Merate in sala consiliare. Certamente l'avevano a disposizione, ma loro hanno preferito agire in maniera diversa e convocare l'assemblea in oratorio. E' stata una loro scelta, nessuno gli ha proibito di tenerla in municipio''.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco