Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 220.009.179
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/02/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 66 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 67 µg/mc
Moggio: 98 µg/mc
Scritto Sabato 09 maggio 2015 alle 14:57

Acqua: due assemblee per decidere il futuro dell’idrico

Si terranno nelle prossime settimane due appuntamenti importanti per il futuro dell'acqua pubblica dei cittadini lecchesi.
Il 14 maggio e il 18 dello stesso mese si svolgeranno infatti rispettivamente l'assemblea dei soci di Lario Reti Holding e la Conferenza dei Comuni dell'Ato di Lecco.
Tante le questioni che verranno affrontate dai sindaci in questi due incontri e che segneranno alcune tappe fondamentali per arrivare, a fine giugno, all'affidamento definitivo del Servizio Idrico Integrato.
Si parte come dicevamo il prossimo 14 maggio con l'assemblea di Lrh. I soci - ovvero i Sindaci dei comuni che partecipano alla holding - saranno anzitutto chiamati a scegliere il successore di Vittorio Proserpio, improvvisamente scomparso lo scorso sabato 2 Maggio, che di fatto sarà il numero 1 dell'azienda che - se i sindaci vorranno seguire la strada intrapresa finora - gestirà l'intero ciclo dell'acqua dei cittadini lecchesi.
In pole position per conquistare la poltrona di Amministratore di Lario Reti Holding sembrano esserci l'ex parlamentare Antonio Rusconi e l'ex sindaco di Osnago Marco Molgora.
Rusconi, classe 1958, ex democristiano con una laurea in lettere moderne in tasca, è stato 2 volte sindaco di Valmadrera, 2 volte deputato e una senatore per L'Ulivo. Oggi, tornato a insegnare sui banchi di scuola, è anche assessore esterno nel suo comune, pur senza essersi candidato alle scorse elezioni.
Marco Molgora, classe 1960, è stato Sindaco di Osnago e Assessore Provinciale all'Ambiente e all'Ecologia ed è stato uno dei fautori della fusione tra quelle che erano le società operanti nella provincia di Lecco: Acel S.p.A. (e le controllate Acel Service e AGE), Ciab S.p.A., Ecosystem S.p.A. (e la controllata Ecosystem Gas), Ecosystem Reti S.p.A., Rio Torto Servizi S.p.A., Rio Torto Reti S.p.A, da cui è nata Lario Reti Holding.
Dopo la nomina del successore di Proserpio, l'assemblea dovrà poi affrontare, questa volta come si deve, l'illustrazione del piano programma con cui Lario Reti pensa di ottenere l'affidamento del SII, risolvendo in particolare tutte le criticità già denunciate dalla Corte dei Conti. Una discussione alla quale, sembra, non saranno ammessi i giornalisti.
Solo 4 giorni dopo i sindaci della Provincia, anche coloro che non sono soci di LRH, si ritroveranno non più nella casa della holding in via Fiandra a Lecco ma questa volta nel grande salone della Casa dell'Economia in via Tonale.
Qui si riunirà la Conferenza dei Sindaci, l'organo che sarà chiamato a scegliere una volta per tutte il gestore definitivo del servizio idrico lecchese. Da una parte l'autocandidatura di LRH (su cui i Sindaci saranno stati ben edotti dall'assemblea di Lario Reti) dall'altra la ‘'proposta Merate''.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco