Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 293.919.603
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 18 maggio 2015 alle 14:48

Casatenovo: bilancio positivo per la 1° festa del 'Plis Colli Briantei' con comuni e sodalizi

Tre giorni di festa -da venerdì a domenica-, dodici associazioni coinvolte, eventi di ogni tipo per piccoli e grandi, centinaia di visitatori che hanno riempito per tutto il weekend Villa Mariani, a Casatenovo. E un unico, vero, festeggiato speciale: il Parco dei Colli Briantei.

Una carrellata di immagini del week-end a Villa Mariani

E' stata un successo la prima festa dedicata al P.L.I.S. (Parco Locale di Interesse Sovracomunale) dei Colli Briantei, organizzata in collaborazione con le amministrazioni dei quattro comuni che ospitano il parco sul proprio territorio -Arcore, Camparada, Usmate-Velate e Casatenovo- e da dodici associazioni -ASCA Associazione di Camparada, AFCB Amatori Fotografici Cassina de Bracchi, Associazione "Natura e Arte" di Arcore, Associazione Sentieri e Cascine di Casatenovo, Atelier ProArt di Brugherio, C.A.I. di Arcore, Circolo "Gaia" Legambiente di Usmate-Velate, Associazione "Le libellule" di Bernareggio, Gruppo Micologico Naturalistico di Usmate Velate, Gruppo Valle Nava di Casatenovo, Guardie Ecologiche Volontarie di Usmate Velate e Carnate, Scoprilabrianzatuttoattaccato.


Tutte si sono impegnate per preparare eventi di ogni tipo. D'altronde, gli oltre 500 ettari su cui si estende il Parco dei Colli Briantei sono davvero tanti e nascondono migliaia di bellezze naturali: dai paesaggi mozzafiato che si possono ammirare dalla Montagnola, a Velate, e dai tanti altri punti del Parco, ai piccolissimi fiori che spuntano timidamente dopo l'inverno e, proprio in questa stagione, sprigionano la loro bellezza.


Dalla natura più incontaminata, dove vivono scoiattoli, ricci, volpi e ghiri, fino alle cascine, alle cappelle votive e ville, che si stagliano sul reticolo ordinato dei campi. E ogni meraviglia del nostro territorio e del Parco è stata protagonista indiscussa di questi giorni. Le mostre "Flora e Fauna del Parco", "Le Rondini del Parco dei Colli Briantei", "Aspetti Naturalistici e funghi della Brianza", "I segni del sacro" hanno incantato tanti visitatori, così come "Naturalmente Brianza", la bellissima serata -a cura di Alberto e Luca Fantoni e Danilo Porta- che ha raccontato il territorio con suggestive immagini di flora e fauna.

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):


Ancora, il laboratorio "Catturiamo la natura", a cura di Alberto Fantoni e Alberto Canobbio, con suggerimenti e idee per diventare veri e propri esperti della fotografia naturalistica e racchiudere in una foto la bellezza del Parco e dei suoi abitanti. Interessante anche la prima serata: "Vivere il parco" ha raccontato, con la voce di chi questo territorio lo vive quotidianamente, i Colli Briantei.


L'incontro -a cura di Marzio Marzorati, responsabile Parchi Legambiente Lombardia- ha unito immagini, racconti, colori e musica, con alcune performance della scuola di musica Atelier ProArt di Brugherio, diretta dal Maestro Roberto Santoro.


Non è mancato il divertimento: sabato, con "La natura in un nido" di Isabella Sangalli, GEV di Usmate Velate e Carnate, piccoli e grandi hanno potuto imparare a riconoscere e costruire i nidi di rondine; domenica pomeriggio, invece, l'Associazione Le Libellule ha fatto divertire tutti i bambini con l'osservazione di insetti, vegetali e tracce degli animali, tutte esperienze poi racchiuso in un libretto costruito insieme.


E dopo aver visto tantissime immagini e ascoltato tanti racconti, i visitatori non hanno potuto resistere al richiamo di due passeggiate che li hanno portati a diretto contatto con la bellezza del nostro territorio, dipinta dal sole primaverile.


Domenica mattina, la sesta edizione di "Sentierando in Brianza" è stata un viaggio nel tempo, alla ricerca dei segni del Sacro vicini a noi e a cura di Sentieri e Cascine. Nel pomeriggio, Marco Monguzzi del P.L.I.S. Colli Briantei ha guidato i partecipanti alla scoperta dei boschi della valle Nava e di "Piante, miti e Leggende".


Colori, luci, immagini, suoni. Non potevano mancare di certo i sapori. Domenica pomeriggio un piccolo mercato di agricoltori locali ha deliziato i presenti con le proprie specialità, mentre, per concludere la festa, non poteva mancare un aperitivo d'eccellenza: lo chef Giorgio Cabella, di Chef e Cultura, ha deliziato, ancora una volta, i presenti, con uno show cooking "Dal campo al piatto", a cura del Gruppo Valle Nava.


La prima festa del Parco dei Colli Briantei è stata un successo e ha permesso di avvicinare tante persone alla bellezza della natura, del nostro territorio. Una bellezza che vive vicino a noi e dentro di noi, da salvaguardare e valorizzare. "Natura da vivere": era questo lo slogan della festa, e, vista la passione delle tantissime associazioni presenti e la gioia dei visitatori, non si può che sorridere pensando che l'amore per la natura è ancora vivo e -speriamo- lo sia per sempre.

CONTRIBUTO FOTOGRAFICO GRUPPO AFCB
L.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco