Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 273.674.079
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 23 maggio 2015 alle 19:08

Oggiono: viaggio nella Brianza oggionese, sito web creato dagli studenti delle medie

"Viaggio nella Brianza oggionese: dalle colline al lago. Ieri, oggi e domani" (http://www.icsoggiono.gov.it/territorio/) è il nome sito web realizzato dagli studenti delle scuole medie "Marco d'Oggiono" presentato questa mattina, sabato 23 maggio, nell'aula magna dell'istituto alla presenza dei ragazzi, degli insegnanti, dei genitori e dei sindaci e assessori dei comuni di riferimento: Annone Brianza, Ello, Dolzago e Oggiono.

Da sinistra la professoressa Carmen Corti di matematica e scienze, la professoressa
Raffaella David di lettere e il dirigente scolastico Anna Panzeri


Si tratta di un progetto multidisciplinare nato a seguito dell'adesione al concorso ministeriale "La scuola per Expo" e sviluppato poi nel corso dell'anno dagli studenti.
Coordinatrice del progetto, legato al tema dell'esposizione universale di Milano, la professoressa Raffaella David di lettere, supportata dalle colleghe delle altre sezioni Maria Teresa Colombo, Sara Casagranda, Roberta Molteni e Donatella Biello. Carmen Corti, insegnante di matematica e scienze ha curato la parte relativa al sito, insieme al tecnico Paolo Mauri, mentre Santina Berte di arte ha seguito la sezione artistica.
"E' stata una bella esperienza di ricerca che vorremmo proseguire nei prossimi anni. Con questo progetto vogliamo rimarcare l'autonomia della nostra scuola, sottolineando un approccio alla realtà che é tutto nostro: lavoriamo infatti per avere una presenza significativa all'interno della comunità di cui proprio i ragazzi sono energia per la vita" ha commentato la dirigente scolastica Anna Panzeri.


Il sito non è legato esclusivamente al tema del cibo con presentazione di ricette e piatti tipici. E' molto più. E' una presentazione a tutto tondo dei nostri paesi per valorizzare le bellezze e le tradizioni popolari che ancora oggi si cerca di conservare.
Il portale si compone di quattro tendine, dove si possono visualizzare le schede dei quattro comuni realizzate dagli alunni di seconda media.


Per la versione del testo in lingua inglese sono state invece coinvolte le classi terze. Il logo per l'home page, scelto attraverso un concorso di idee, è stato creato da Matteo Galli: "E' stato il logo vincitore perché meglio rappresenta il viaggio nel tempo. Expo per noi non é solo cibo perchè il cibo è il risultato del clima, del terreno e del lavoro degli uomini che esce dal territorio, dalla storia e geografia" ha precisato la coordinatrice del progetto.
"L'idea del sito ci è sembrata la più accattivante perché dimostra di essere al passo con la modernità. A questo si aggiunge il fatto che il sito ha la peculiarità di essere uno spazio che rimane ed é sempre in costruzione. Siamo arrivati fino ad un certo punto, ma nei prossimi anni vorremmo andare avanti arricchendo questo portale in collaborazione con le amministrazioni comunali e le associazioni territoriali" ha aggiunto l'insegnante, specificando il percorso di ricerca e approfondimento svolto dagli alunni.


"Siamo andati sul territorio, abbiamo incontrato le persone e fatto interviste in alcune aziende. L'intenzione é comunque quella di coinvolgere sempre di più le persone che vivono e abitano in questi Comuni, facendo un lavoro di ricerca sulla storia locale che coinvolga i ragazzi e le famiglie. L'obiettivo è quello di arrivare alla realizzazione di un nuovo itinerario turistico-culturale di collegamento dei quattro comuni oggetto di studio del nostro Progetto".


In seguito, gli studenti hanno via via presentato i lavori che non hanno come filo conduttore solo il cibo, ma si propongono di valorizzare al meglio il nostro territorio facendone conoscere tutti gli aspetti caratteristici. In questa direzione sono andate le visite ad aziende come il prosciuttificio Marco D'Oggiono, il birrificio Lariano, Bonomelli e l'azienda Spreafico.
Si è poi dato spazio all'arte con la riproduzione di due noti simboli di Oggiono: "Le nozze di Cana" dipinte da Marco D'Oggiono e il gioiello artistico-architettonico del Battistero. Si sono inoltre recuperate alcune tra le più tramandate leggende come quella sulla regina Teodolinda, sui giorni della merla, sulla Gibiana e altre storie che hanno segnato il passato popolare.


Spazio infine alla cucina, con un approfondimento speciale della patata di Annone e sui piatti tipici come quelli realizzati con le castagne, la "cassoeula", la bistecca, il risotto con la salsiccia. Anche in questo caso, come in tutti i precedenti, l'elaborato finale è frutto di interviste ai nonni o a coloro che proseguono ancora tramandando le tradizioni.
Una bella proposta, quella della scuola media Marco d'Oggiono, che si propone di dare continuità a questo progetto anche negli anni a venire.
Michela Mauri
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco