Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 246.977.304
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 28 maggio 2015 alle 15:04

Nibionno: al presidio dei lavoratori replica la Viganò spa, 'dai sindacati soltanto bugie'

Replica la Viganò spa di Nibionno alle dichiarazioni dei sindacati che ieri mattina, insieme ad una rappresentanza dei lavoratori, hanno tenuto un presidio davanti ai cancelli dell'azienda tessile per dire no ai licenziamenti che coinvolgerebbero sei unità della forza lavoro.

Il presidio dei lavoratori mercoledì mattina davanti all'azienda

''L'azienda ci ha comunicato circa un mese fa di aver avviato una procedura di mobilità per sei dipendenti. Possono sembrare pochi, ma su un organico complessivo di una cinquantina di persone non lo sono affatto. Abbiamo cercato una mediazione con la direzione aziendale, presentando le nostre proposte, ma sono rimaste inascoltate" avevano spiegato durante il presidio Nicola Cesana della Filctem Cgil e Tiziano Cogliati di Femca Cisl.
Accuse reciproche di scarsa disponibilità al dialogo. Le dichiarazioni delle sigle sindacali sono state infatti respinte con forza dalla Viganò spa attraverso comunicato trasmesso nelle scorse ore alla nostra testata che pubblichiamo per intero di seguito:
I sindacati stanno dicendo solo delle bugie,  da sei anni sono a conoscenza degli esuberi e  che dopo anni di ammortizzatori sociali si confermano come effettivi. E non saranno sostituiti da altri lavoratori o da consulenti. Per mesi dai sindacati non è arrivata alcuna disponibilità a trovare soluzioni se non quella di sentirci dire che visto che li abbiamo assunti ora dobbiamo tenerceli. La verità  è che i sindacati hanno fatto il grosso errore di non dialogare e ora dicono bugie per non far brutta figura coi lavoratori. Stanno esagerando una situazione già penosa per noi che dobbiamo licenziare nostri dipendenti e ciò dopo aver rifiutato in Regione tutte le nostre documentabili proposte anche a loro anticipate diversi giorni prima. Se le avessero accettate i lavoratori avrebbero avuto un anno di cassa straordinaria, invece i sindacati non hanno voluto trattare su nulla e ora si trovano i lavoratori, tutelati da loro, privi di ammortizzatori sociali per colpa della loro intransigenza. Questo ci provoca un grande dispiacere.
Ci rincuora solo il fatto che la partecipazione allo sciopero da parte del nostro personale è stata di poche persone, ciò testimonia che tanti hanno capito gli sforzi che stiamo facendo per dare un futuro a questa azienda.
Cordiali saluti,

VIGANO' SPA
Articoli correlati:
27.05.2015 - Nibionno: presidio alla Viganò Spa contro i licenziamenti. Lavoratori invadono la 342
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco