Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 298.892.596
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 04 giugno 2015 alle 15:38

Suello: costituzioni ai 18enni e concerto del corpo musicale

Il corpo musicale San Fermo di Cesana Brianza


La Festa della Repubblica Italiana è stata l'occasione, a Suello, per una cerimonia istituzionale cominciata con con la celebrazione eucaristica nella chiesa dei Santi Quirico e Giulitta.

Il gruppo di diciottenni a cui è stata consegnata la Costituzione con il sindaco Carlo Valsecchi


Al termine della messa si è tenuto, nella piazza antistante la parrocchiale del paese, il concerto del corpo musicale San Fermo di Cesana Brianza, del quale proprio quest'anno ricorre il 45esimo anniversario di fondazione. Sotto la direzione di Iose Ratti, il complesso ha eseguito diversi brani, concludendo l'esibizione con le melodie delle più note canzone dei Nomadi.
Presenti all'evento, oltre ai cittadini e ai consiglieri comunali, Carlo Valsecchi ed Eugenio Galli, rispettivamente sindaci di Suello e Cesana Brianza.


Un piccolo corteo, accompagnato dalla banda, ha poi guidato i cittadini verso il centro civico monsignor Melezio Mauri dove si è tenuta la cerimonia di consegna della Costituzione italiana ai diciottenni.
Il primo cittadino si è rivolto ai giovani per far capire loro "che con la maggiore età entrano a pieno diritto e dovere nel mondo degli adulti con tutte le responsabilità che ne conseguono, tra cui la partecipazione attiva alla vita di comunità".


Alcuni giovani sono stati invitati a leggere gli articoli della Costituzione legati al tema del lavoro: "Per i nostri giovani il lavoro è diventato un traguardo lontano. Noi abbiamo avuto vita più facile nell'accesso a questo mondo, mentre oggi i nostri ragazzi ne vengono continuamente mortificati. E' giusto anche lo Stato e gli enti istituzionali mettano in atto diverse iniziative per aiutare i ragazzi nel lavoro".

Una rappresentanza dei volontari di protezione civile della Croce Verde Bosisio Parini


Dopo la consegna della Carta costituzionale, i presenti hanno potuto visitare la mostra allestita dalla sezione Protezione civile della Croce Verde Bosisio Parini per ripercorrere tutti gli anni di attività. Un rinfresco ha poi concluso la manifestazione del 2 giugno.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco