Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 278.347.215
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 07 giugno 2015 alle 18:39

Oggiono: in 1500 per la 34^ camminata di AVIS in ricordo del volontario Gino Deriu

Sono stati 1500 i partecipanti alla 34ª camminata Avis, organizzata per questa mattina nella giornata mondiale del donatore di sangue. Dalle 7:30 alle 9:00 gruppi e singoli si sono iscritti alla manifestazione per fare della sana attività fisica, con percorsi tra i 7 e i 30 km, rilassarsi di fronte alla bellezze paesaggistiche del paese e onorare chi dà il proprio sangue per aiutare i più bisognosi.


"Vogliamo ringraziare tutti i corridori che, nonostante siano in leggera diminuzione rispetto agli altri anni, partecipano sempre con entusiasmo. Oggi vogliamo anche ricordare il nostro amico Gino Deriu, scomparso due anni fa ma sempre presente nei nostri cuori, come lo era a tutte le attività dell'Avis"
, hanno commentato i membri dell'associazione. Presente anche il sindaco Roberto Ferrari, che non ha mancato di encomiare i volontari dell'Avis per la loro generosità e per aver dato ancora dopo 34 anni la possibilità agli oggionesi di partecipare a questa bella manifestazione.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):
Verso le 10:30 si sono svolte le premiazioni dei gruppi più numerosi: al primo posto si è calssificato il gruppo Marciacaratesi, che ha vinto il premio Gino Deriu con 81 corridori; al secondo "Ul gir de munt" di Montesiro, con 72 partecipanti; sul terzo gradino del podio si sono invece piazzati i Marciatori di Desio, con 38 iscritti. Ma anche gli altri 21 gruppi partecipanti hanno ricevuto una coppa o un cesto di beni alimentari come riconoscimento.


Numerosi anche i singoli, che hanno apprezzato della manifestazione soprattutto la causa umanitaria simboleggiata e la possibilità di trascorrere una domenica mattina diversa, all'insegna del volontariato e della compagnia allegra che lo sport sa creare.

R.S.
Associazione correlata:
- AVIS
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco