Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 248.159.927
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 23 giugno 2015 alle 20:23

Lombardia:  le edicole diventano ''info point'' e vendono prodotti

Vendita di giornali e periodici come attivita' principale. Ma le edicole lombarde si evolvono e diventano anche punti per la fornitura di servizi informativi e di vendita di bevande e prodotti confezionati. Il Consiglio Regionale ha infatti approvato stamane, all'unanimita', il provvedimento proposto dall'assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia, Mauro Parolini, che contiene gli "indirizzi regionali per il riordino del sistema di diffusione della stampa quotidiana e periodica".

RISULTATO IMPORTANTE - "Un risultato importante - ha commentato Parolini - raggiunto attraverso il confronto con le associazioni di categoria e il lavoro del Consiglio Regionale, che avra' effetti positivi sulla rete delle edicole. La contrazione della domanda interna e la crisi dell'editoria rappresentano una sfida per l'evoluzione del ruolo di queste attivita' commerciali. Integrandone le funzioni, Regione Lombardia intende inserirsi in questa prospettiva accompagnando i gestori attraverso questo cambiamento."

OBIETTIVI -"Gli obiettivi principali - ha spiegato l'assessore - sono quelli di tutelare gli operatori e di offrire nuove occasioni di sviluppo, valorizzando anche la funzione pubblica e il ruolo tradizionale che queste attivita' commerciali rivestono".

NUOVE FUNZIONI - "Tra le novita' piu' importanti che introduce questo provvedimento - ha annunciato Parolini a margine della seduta - c'e' appunto la possibilita' di vendere anche prodotti diversi da quelli editoriali, come ad esempio, bevande e alimentari confezionati che non necessitino di particolari trattamenti di conservazione, ma anche prodotti del settore non alimentare, purche' l'attivita' prevalente rimanga quella della vendita di quotidiani e periodici".

INFO POINT TURISTICI - "Anche in chiave di Expo, e soprattutto in virtu' della diffusione capillare delle edicole e per l'ampiezza del target a cui si rivolgono, abbiamo introdotto inoltre la possibilita' di destinare una parte della superficie di vendita all'erogazione di ulteriori servizi, tra cui quelli inerenti all'informazione turistica. Sono certo - ha aggiunto Parolini - che, con il supporto della Regione, le edicole potranno diventare anche in questo senso uno strumento di promozione dell'attrattivita' della Lombardia molto efficace, ampliando cosi' le opportunita' di crescita commerciale e le loro funzioni di utilita' pubblica".

SOSTEGNO AL COMPARTO - Il provvedimento stabilisce inoltre che la Giunta Regionale, in collaborazione con i Comuni e con il coinvolgimento delle Camere di Commercio e delle Associazioni di rappresentanza del comparto, puo' concedere contributi ed agevolazioni ai soggetti interessati. E' prevista infatti la possibilita' di promuovere progetti e accordi al fine di favorire, tra l'altro, il mantenimento della rete distributiva sul territorio anche nelle aree svantaggiate, l'innovazione e la competitivita' delle imprese del settore, la formazione, l'aggiornamento professionale e l'accesso al credito. I

l provvedimento, illustrato in Aula da Donatella Martinazzoli (Lega Nord), prevede inoltre interventi regionali, in collaborazione con Comuni, Camere di Commercio e associazioni di categoria, per favorire il mantenimento della rete distributiva sul territorio (in particolare nelle aree svantaggiate). Vengono inoltre promosse l’innovazione, l’informatizzazione, l’aggiornamento professionale, l’accesso al credito e viene sostenuta l’integrazione dei chioschi nel tessuto urbano come elemento di decoro cittadino. “C’è grande soddisfazione per l’approvazione all’unanimità di questo atto amministrativo – commenta Martinazzoli – soprattutto perché si dà la possibilità agli edicolanti di salvaguardare la loro professionalità”.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco