Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 242.137.418
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 22 luglio 2015 alle 08:55

L’estate lecchese animata da spettacoli ed eventi, Acel 'agenzia culturale' sul territorio

Bisogna ringraziare Acel Service, è proprio il caso di dirlo, se anche quest'anno il mondo del teatro torna ad animare l'estate dei lecchesi: ponendosi infatti come co-finanziatore, insieme a Fondazione Cariplo, della rete teatrale dei festival inseriti nel progetto "BIS Brianza in scena", Acel rinnova il suo mandato come fonte di energia non solo 'materiale', ma anche culturale. "Ci hanno definito come la più importante agenzia culturale del territorio, un complimento che accolgo con orgoglio, che testimonia il nostro impegno in questo settore" ha detto Giovanni Priore, a capo dell'azienda. "Crediamo fortemente in questo genere di iniziative, e il nostro impegno quest'anno diviene ancora più necessario per via delle ristrettezze economiche cui deve far fronte la Provincia".

Giovanni Priore, Flavio Polano, Luca Radaelli, Marco Randellini

In merito a questo è arrivato puntuale il commento di Flavio Polano: "non abbiamo potuto investire risorse in tali progetti, e ci siamo quindi dedicati al coordinamento delle stesse, per garantire alla gente quel tanto di buono che si è fatto anche negli anni passati".
Sono tre, in sostanza, i festival in programma per le prossime settimane presentati questo pomeriggio nella sede di Acel: "L'ultima Luna D'estate", "La leggenda della Grigna" e "I luoghi del Lago e dei Colli".

Per raccontare il programma de "L'ultima Luna D'estate", ha preso la parola Luca Radaelli. "Il nostro festival giunge quest'anno alla sua 18° edizione. Diventando maggiorenni, impariamo a camminare con le nostre gambe, portando avanti un impegno che è stato riconosciuto anche dal Ministero dei beni e delle attività culturali, fatto che ci inorgoglisce molto", ha esordito. "Il grande tema di quest'anno si collega a Expo, la questione del cibo sostenibile e l'arte dell'ospitare: gli appuntamenti enogastronomici raddoppiano, e molti saranno gli spettacoli con protagonisti il cibo e la natura, senza dimenticare le conferenze, le cene a tema, gli incontri, le degustazioni di prodotti tipici e altro ancora". Il programma di "L'ultima Luna D'estate", ricco e corposo come si addice ad un banchetto regale, si estende su un periodo di due settimane, dall'ultimo weekend di agosto fino al 13 settembre, con una maggiore concentrazione di appuntamenti nel fine settimana, anche se non mancheranno i pomeriggi con spettacoli dedicati alla famiglia e ai bambini.  Teatro delle iniziative sarà il Parco Regionale di Montevecchia e della Valle del Curone, con i suoi luoghi in grado di fare davvero la differenza.

Giovanni Priore, Flavio Polano

"Il panorama e le location scelte sono estremamente suggestive, gli spettacoli si svolgeranno in cascine bellissime o nelle ville della zona", ha assicurato Radaelli. Al fine di creare un collegamento ancora più stretto tra l'iniziativa e il territorio, lo spettacolo e il turismo, la sperimentazione artistica e la tradizione locale, inoltre, sono stati predisposti per questa edizione numerosi pacchetti turistici che prevedono convenzioni con le strutture della zona per chiunque parteciperà agi eventi. Ad arricchire la kermesse, cui hanno collaborato 18 comuni della Brianza, vi saranno numerosi artisti da tutta Italia, facce nuove che si alterneranno a  volti già conosciuti: Pino Petruzzelli, con il suo 'Chilometro zero' che aprirà il festival il 28 agosto alla Villa Taverna Pegazzano Riccardi, Laura Curino, con "Il pranzo di Bebette", David Riondino, attore e cantautore, con "Cibus", la comicità di Paolo Hendel, oltre a Elena Guerrin, Luca Radaelli e moltissimi altri artisti tutti da scoprire. Degna di nota, poi, la passeggiata notturna nel Parco di Montevecchia rivolta ai ragazzini delle scuole, i mercatini della terra, i laboratori e il teatro per i più piccoli. "Il cibo non è solo quello cucinato dai grandi chef, quello che si vede in tv con i talent show: il cibo, per noi, è un momento rituale, proprio come il teatro, un'occasione di convivialità in cui  attori e spettatori condividono qualcosa", ha concluso Luca Radaelli, ricordando lo spirito profondo dell'iniziativa.

Spostandosi nelle zone della Valsassina e del Lago, ma restando sempre all'interno del progetto "BIS Brianza in scena", torna quest'anno il teatro di burattini "La leggenda della Grigna e "I luoghi del lago e dei colli", che alternerà animazione, spettacoli e attività ludiche gratuite rivolte specialmente ai bambini e alle famiglie. A parlarcene è stato Marco Randellini: "Il teatro dei burattini costituisce una proposta di turismo culturale che, stando agli anni passati, dovrebbe attrarre all'incirca 2000 persone. Gli spettacoli si rinnovano sempre, nei luoghi, nei temi o nelle compagnie: partiamo dalla tradizione regionale, come quella bergamasca o napoletana, e su queste approfondiamo con numerose ricerche" ha raccontato. Per quanto riguarda " I luoghi del lago e dei colli", giunto alla sua 16° edizione, Randellini ha annotato che "questo ha già preso il via a luglio nel comune di Mandello del Lario, che  quest'anno vi partecipa con  una mini rassegna di quattro appuntamenti, e continuerà fino al 17 settembre".  Proprio a Mandello, alle ore 21 di questa sera, il Teatro Blu di Varese metterà in scena "Dudù nella preistoria", uno spettacolo mimo clown e figura rivolto a tutti. Gli appuntamenti riprenderanno poi il 28 luglio sempre a Mandello, con "Cappuccetto Rosso" della Compagnia Balestrino di Genova, per continuare a Brivio, Robbiate, Civate e infine Calco, che chiuderà il festival con un triplice appuntamento giornaliero: parco giochi, laboratorio e spettacolo pomeridiano a cura dell'Ortoteatro di Pordenone.  

Luca Radaelli, Marco Randellini

Infine la presentazione de "La leggenda della Grigna", il festival di teatro di figura che si svolge tra i comuni e i monti della Valsassina. Le sue proposte, di carattere gratuito, hanno preso il via ad inizio luglio e continueranno questo sabato a Dervio in Piazza Diaz con lo spettacolo "La strega dell'acqua e il bambino di ciccia!", promosso ancora dal "Ortoteatro di Pordenone". Il primo agosto sarà invece la volta di Taceno, che in serata darà il via ad un laboratorio artistico dopo il quale sarà messo in scena "Il gatto mammone". Si riprende poi ad inizio agosto ad Esino Lario, Primaluna e Cassina, mentre attorno alla metà del mese i burattini divertiranno le zone di Morterone con "I tre porcellini", Tremenico con il parco giochi di abilità del Maestro Joan Rovira, Pasturo con lo spettacolo "Giovannin senza paura" e Varenna con "La cucina errante" della compagnia Claudio e Consuelo. Si conclude infine a settembre con un trio di appuntamenti musicali a Morterone e Varenna. 

Tre festival dai programmi estremamente ricchi e divertenti attendono quindi i lecchesi e i numerosi turisti che visiteranno le nostre zone nei prossimi mesi: "Speriamo di vendere sempre più luce e gas", ha scherzato Giovanni Priore, auspicandosi che la cultura possa così continuare a vegliare sulle estati lecchesi.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco