Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 327.996.866
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 27 luglio 2015 alle 15:31

Casatenovo: i nostri dubbi sull'ampliamento del centro sportivo. E al Comune ribadiamo la nostra disponibilità al confronto. Coinvolgeteci!

Abbiamo letto con piacere il comunicato del gruppo Persone e Idee per Casatenovo che dichiara apertura al confronto e alla discussione nella definizione delle funzioni delle aree e delle strutture del Centro Sportivo di via Volta, della viabilità e dei parcheggi.

Il Comitato non ha mai messo in discussione il potere decisionale dell'Amministrazione, anzi è proprio alla responsabilità della stessa, che chiediamo una riflessione e un approfondimento su un tema così importante.
Abbiamo cercato un confronto con la maggioranza e i due gruppi di minoranza per spiegare le nostre ragioni, cercare di capire lo stato di avanzamento dei procedimenti, conoscere il progetto che si intende realizzare, comprendere se ci fossero ancora margini per apportare modifiche.

La situazione è questa:
1) la nostra richiesta di accesso agli atti, pur nel rispetto dei vincoli di legge, va a rilento al contrario della velocità impressa agli atti amministrativi negli ultimi due mesi dall'Amministrazione.
2) le informazioni in nostro possesso sono solo la diapositiva proiettata durante gli incontri nelle frazioni, che tutto può dirsi meno un progetto urbanistico.
3) sentiamo parlare di un progetto articolato da realizzare in più fasi, ma ad oggi l'unico dato certo è il campo da calcio con i parcheggi e il rispetto delle normative ruota solo intorno al campo. Sarebbe bello vedere il progetto completo degli studi fatti.
4) c'è molta confusione sull'area interessata: è un centro sportivo o l'area fiera? E se è entrambe le cose quali sono i confini? Quali gli ambiti previsti per la coesistenza? Ci saranno due enti gestori?
5) la progettazione della nuova scuola a Crotta ha visto il coinvolgimento di insegnanti e ragazzi. Perché per il centro sportivo non è possibile un concorso di idee più allargato? Perché ad esempio non coinvolgere gli studenti del Politecnico di Lecco per un progetto innovativo di più ampio respiro? Cosa mai fatta in questi anni pur essendoci il centro sportivo da decenni.
6) le nuove strutture verranno inserite all'interno di una zona molto urbanizzata e le abitazioni si ritroveranno a ridosso del campo da calcio così come dell'area feste. Perché è impossibile prevedere una fascia di verde alberato che tuteli gli abitanti lungo tutto il confine dell'area, piuttosto che prevedere solo qualche sparuta pianta tra i parcheggi?
7) si parla di una gestione privata, ma perché non pensare al privato sociale in modo che l'area diventi occasione di lavoro per persone disagiate in un momento di crisi? L'obiettivo dovrebbe essere la sostenibilità economica, non il profitto e per questo diventa importante garantire l'accesso a tutti tutto l'anno, compreso i bambini che attualmente usano l'area giochi di cui non rimane alcuna traccia.

L'interesse che il Comitato vuole tutelare non è solo il proprio, anche se sappiamo che la qualità della nostra vita e quella dei nostri figli peggiorerà. Ci sta a cuore la tutela dei diritti di tutti i cittadini in una prospettiva di lungo termine.
Noi siamo disponibili al confronto e a contribuire con le nostre idee e le nostre competenze al progetto. Coinvolgeteci!

Il Comitato Frazioni
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco