Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 327.992.454
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 03 agosto 2015 alle 13:35

Campofiorenzo: sulla possibile chiusura dell'ambulatorio medico, auspico una soluzione che vada a vantaggio dei cittadini

Loana Trevisol
Da quando sono consigliere comunale non passa giorno che qualcuno mi fermi e mi espone un suo problema. Di questo ne vado fiera, il mio mandato prevede proprio questo: farmi carico dei problemi dei cittadini e portare in Consiglio Comunale le loro istanze, sperando che persone sensibili diano una risposta concreta e trovino le giuste soluzioni.
Apprendo in questi giorni dagli anziani di Campofiorenzo, amareggiati e arrabbiati, che i medici hanno detto loro che da settembre prossimo non verranno più nel nostro ambulatorio di frazione.
Chiedo subito spiegazioni al Sindaco il quale mi riferisce che i medici si sono lamentati del rumore e del freddo della casetta comunale dove è sito l'ambulatorio e non vogliono più utilizzarla.
In attesa che il Sindaco convochi i Medici, i Capi gruppo politici e la Consulta delle Frazioni invito tutti ad alcune riflessioni:
Io abito a Campofiorenzo da 25 anni e la casetta dell'ambulatorio c'è sempre stata e che io sappia, c'è da molto prima. E' sempre stata li nell'incrocio tra la Provinciale e la strada che porta a Correzzana e il traffico e il passaggio dei camion non è aumentato rispetto al passato.
La struttura non sta crollando a pezzi , anzi, è solida come prima anche se con gli stessi spifferi dalle finestre e la stessa dispersione di calore di un tempo.
Certo la struttura è quella che è, l'età si fa sentire, se oggi fa più freddo forse andrebbe fatto qualche lavoretto, magari sostituita la caldaia, in attesa che una nuova struttura la sostituisca nelle sue funzioni.
Anche i medici sono sempre, più o meno gli stessi, allora cosa li spinge oggi a privare i cittadini, e soprattutto gli anziani di Campofiorenzo di un servizio così importante come quello medico?
Non capisco.
Tra tutte le categorie di professionisti quelli che conoscono meglio le persone di un piccolo paese come il nostro sono propri i medici condotti, loro sanno bene quanti anziani vivono in questa frazione, quali potrebbero essere le difficoltà, dovuti all'età, alle loro patologie e magari al fatto che debbano dipendere da altri per spostarsi negli altri ambulatori di Casatenovo.
Inoltre "medico condotto" significa persona che si prende carico di una parte di assistiti di un territorio non che li abbandona alle loro difficoltà.
Non vorrei pensare male, ma potrebbe essere che questa operazione sia squisitamente politica, nel senso che il Comune sta "corteggiando" da tempo la Curia per avere lo spazio dell'oratorio dove poter realizzare il nuovo ambulatorio e l'idea di lasciare Campofiorenzo sguarnito di medici sia un modo per far pressione verso la Curia per accelerare i tempi.
Potrebbe essere, ma se così fosse non è etico farlo sulla pelle dei cittadini e dei nostri anziani.
Prego l'Amministrazione comunale e i signori Medici, in attesa di un ambulatorio più confortevole, di trovate una soluzione che non penalizzi nessuno.
Loana Trevisol- Consigliere Comunale 5 stelle e membro della Consulta delle Frazioni
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco