Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 242.362.341
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 10 settembre 2015 alle 17:41

Calciatore del Foppenico squalificato per sei gare. Ha colpito un avversario del Monticello

Mano pesante del giudice sportivo Paolo Marsigli nei confronti di un calciatore dell'Asd Foppenico, squalificato per ben sei giornate. La decisione - resa nota nel pomeriggio odierno - si riferisce alla prima gara del campionato di Terza categoria disputata domenica mattina in casa, contro il Monticello calcio. Secondo le notizie raccolte, confermate dal comunicato diffuso quest'oggi sul sito della Lega nazionale dilettanti, durante la partita l'atleta squalificato avrebbe colpito un avversario, costringendolo ad abbandonare il campo di gioco per via delle conseguenze riportate.
Una condotta passata naturalmente al vaglio del giudice sportivo che ha ritenuto di punire in maniera severa il calciatore calolziese, squalificandolo per sei giornate. Questa la motivazione addotta dal dottor Marsigli: ''espulso per aver mantenuto un comportamento violento, a giuoco fermo, nei confronti di un calciatore avversario, con gravi conseguenze fisiche, tali che non gli consentivano più la permanenza sul terreno di giuoco, successivamente nel guadagnare l'ingresso agli spogliatoi reiterava il proprio violento comportamento anche nei confronti di alcuni calciatori avversari, non identificati, che minacciosamente erano intervenuti in difesa del proprio compagno''.
Il calciatore del Monticello a seguito dell'episodio avrebbe infatti rimediato un trauma importante alla mandibola. A completare il verbale del giudice sportivo, vi è l'ammenda nei confronti del Verderio. La società meratese che milita in Seconda categoria dovrà pagare 20 euro a causa dell'acqua fredda uscita dalla doccia dello spogliatoio dell'arbitro. Due giornate di squalifica anche per un atleta del Lomagna nella sfida contro la Lecco Alta.
Infine un giocatore dell'Asd Fortitudo di Besana è stato squalificato per tre gare con la seguente motivazione: ''espulso, all'atto della notifica del provvedimento disciplinare manteneva un comportamento gravemente e reiteratamente, scorretto ed ingiurioso nei confronti dell'arbitro ed antisportivo nel lasciare il terreno di giuoco, ritardando volutamente di molto la ripresa, procedendo con molta calma verso gli spogliatoi''. Nel primo comunicato di stagione del giudice Marsigli non sono di certo mancati provvedimenti di rilievo.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco