Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 298.345.628
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 12 settembre 2015 alle 23:49

Casatenovo: a don Sergio, don Marco e suor Angela il saluto e il grazie da tutta la comunità. Messa e poi festa in oratorio

"La comunità pastorale di Casatenovo vi esprime riconoscenza: avete donato tutto di voi. Tempo, energia, sorrisi, buon esempio, parole, azioni, preghiere e vicinanza". Così i fedeli casatesi hanno ringraziato, per l'ultima volta, don Sergio Zambenetti, don Marco Zappa e suor Angela Bonfanti.

Da sinistra don Marco Zappa e don Sergio Zambenetti

I tre religiosi della comunità pastorale si apprestano a partire per nuove destinazioni pastorali, lasciando quella che, per tanti anni, è stata la loro casa. E come in ogni casa, in ogni famiglia che si rispetti il tempo di partire non è mai solo doloroso: è anche gioia, affetto, gratitudine, promessa di impegnarsi per far rivivere tutti gli insegnamenti ricevuti.

Tra i due sacerdoti suor Angela Bonfanti


"Ciascuno di voi con le sue peculiarità e stile è sempre stato un'autentica testimonianza di amore fraterno ed evangelico per tutti, piccoli e grandi. Ringraziamo per la vostra presenza e disponibilità di tempo e attenzione, per averci insegnato a vivere in una comunità pastorale e spiegato l'importanza di lavorare insieme, mostrandoci la bellezza e la gioia di una vita donata a Gesù"
, hanno ricordato i fedeli, al termine della messa di saluto celebrata venerdì sera nella parrocchia di San Giorgio.


"Stasera si congedano per andare a servire con gioia Gesù, il fondamento della loro e nostra vita. Andare altrove non cancella il ricordo e l'amicizia dei tantissimi che in questi anni li hanno incontrati. Questa eucarestia vuole essere il grazie al Signore per aver lasciato che don Sergio, don Marco e suor Angela abitassero questa comunità come segni preziosi della sua cura misericordiosa per ciascuno di noi"
, le parole del nuovo parroco, don Antonio Bonacina.
In tantissimi hanno riempito la chiesa e affollato il sagrato, per portare un ultimo saluto al parroco uscente don Sergio, destinato a Luino, in provincia di Varese, a don Marco, che si appresta ad approdare a Giussano come vicario, e a suor Angela, in partenza per Quarto Oggiaro.

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):


"E' davvero bello trovarci insieme tutti stasera, è un motivo di ringraziamento al Signore per quello che ha compiuto in questi anni, anche attraverso la nostra presenza. Non è facile congedarci da luoghi nei quali si è vissuto e da persone con le quali si è compiuto un tratto di strada. Abbiamo fatto tanti passi per rendere credibile una comunità pastorale che si stava costruendo, per superare ostacoli e resistenze che siamo stati tentati di porre davanti al cammino che la Chiesa ci chiede di compiere. Abbiamo faticato ma cominciato a custodire la comunione. La vostra presenza ne è senz'altro un segno tangibile", ha ricordato don Sergio, durante l'omelia, ad una chiesa stracolma di fedeli. Bambini, chierichetti, animatori, famiglie, giovani, nonni, rappresentanti di tante associazioni casatesi hanno partecipato alla messa sulle note del coretto della comunità pastorale.


"La nostra vocazione di consacrati ci spinge ad amare chiunque e dovunque, eppure anche noi riscontriamo le fatiche dell'amore vero. Oltre a ringraziare Gesù Cristo e voi, chiediamo misericordia se avessimo mancato nei confronti di qualcuno. Noi preghiamo e continueremo a pregare perché al centro di ogni proposta e attività ci sia sempre Dio. Il mettere insieme doti e carismi ha fatto diventare questa comunità un gioiello che deve ancora svilupparsi. Dobbiamo continuare in questa linea perché ce lo chiede il Signore. Abbiamo imparato tante cose, ma una in particolare: se si vuole amare come Dio bisogna incarnarsi nel quotidiano, mettere i piedi per terra e scendere dal piedistallo. Ho imparato che amare è concretezza. Questa incarnazione è ciò che mi impegnerò a vivere nella nuova comunità cristiana che mi è stata affidata. Pregate perché possa amare loro nella stessa maniera in cui ho cercato di amare ciascuno di voi", ha continuato don Sergio, a tratti commosso, nell'abbraccio di chi per tanto tempo lo ha considerato -e continuerà a farlo- un amico, un fratello, un padre.


Insieme a lui, a celebrare la messa, anche tantissimi sacerdoti, nativi di Casatenovo o incrociati sul cammino ministeriale, oltre alle religiose della comunità, al diacono Gabriele e al seminarista Marco. Una comunità radunata, per rivolgere un grazie e per dire grazie insieme a don Marco, don Sergio e a suor Angela.

Il nuovo parroco don Antonio Bonacina


"Guardo a questi sette anni nella comunità pastorale e dico grazie al Signore Gesù. Grazie per le tante cose belle. Grazie per la buona volontà. Grazie per i passi del cammino di comunione, un passo dopo l'altro. A volte passi spediti, a volte trascinati con fatica, a volte reali e concreti, vissuti. Grazie a tutti di cuore, abbiamo scritto pagine di Vangelo", ha ricordato don Marco. "Questa comunità è bella, così come questa Chiesa che questa sera risplende di bellezza grazie alla maestria dei nostri sacrestani. Bella perché profuma di Vangelo. A tutti noi ripeto, come tante volte ho fatto in questi anni: avanti con gioia".


Una celebrazione curata nei minimi particolari, segno di attenzione e di cura verso chi ha camminato insieme ai fedeli casatesi per tanti anni: così la chiesa, addobbata a festa, i canti, la liturgia e anche una piccola sorpresa: la violinista Saule Kilaite ha dedicato "L'Ave Maria" di Schubert ai tre religiosi. E poi il canto finale, cantato da tutti i sacerdoti insieme al coretto.
"Voi avete ringraziato noi ma nei nostri cuori ora è un grande momento di gratitudine per quello che voi siete stati per noi", ha ricordato suor Angela. "Grazie a Lui abbiamo potuto vivere tanta bellezza e intensità di relazioni e aspetti. Tutto passa, solo il bene rimane. E' un momento di prova perché è faticoso lasciare, ma ci sono anche tanti momenti di grazia nella vita. Siamo certi che se Gesù rimarrà al centro della nostra vita non saremo mai lontani. Grazie a tutti, il Signore vi benedica".


Un rendimento di grazie e anche una festa, dei religiosi insieme a tutta la comunità: al termine della messa i giovani hanno accolto, nell'oratorio stracolmo, don Sergio, don Marco e suor Angela per un momento di gioia e la consegna dei regali. Il taglio della torta, il buffet preparato con cura dai volontari di tutte e cinque le parrocchie e la consegna di un filmato con tutti i momenti significativi del loro ministero a Casatenovo da parte del gruppo AFCB e di Francesco Biffi, presidente di Sentieri e Cascine.

La violinista Saule Kilaite


E poi, il grande grazie colorato e alzato al cielo da parte di tutti i fedeli che hanno invaso festosamente l'oratorio e che i tre religiosi hanno salutato personalmente uno ad uno.


Per ringraziare loro e chiedere, ancora una volta, insieme "tieni i saldi i miei passi sulle tue Vie!".
Laura Vergani
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco