Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.754.146
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 14 settembre 2015 alle 11:18

Casatenovo: la 'San Giorgio' celebra il 60° di fondazione con la messa sul campo di calcio

1955-2015: sessant'anni di storia. Un traguardo importantissimo per la società di calcio dell'oratorio San Giorgio, che ha voluto festeggiare per tutta la giornata di domenica, insieme ai suoi volontari, amici, calciatori.

Un momento della messa celebrata da don Andrea Perego

Una santa messa celebrata proprio sul campo di calcio dell'oratorio casatese, sotto un cielo plumbeo che però è stato colorato dal verde brillante delle divise degli atleti di Casatenovo e delle tante squadre del territorio che hanno voluto partecipare. "Abbiamo deciso di stare qui, anche sotto questo cielo gonfio di pioggia, per ricordarci che in questi anni è stata dura. Ci sono state vittorie, ma anche sconfitte, momenti brutti e belli, eppure la San Giorgio continua a camminare con grinta e slancio", ha ricordato don Andrea Perego, vicario per la pastorale giovanile della comunità casatese e che ha celebrato la messa dedicata alla società sportiva.


Prima di lui, sono stati tanti i sacerdoti che si sono avvicendati sugli spalti della San Giorgio, per tifare e sostenere tutti gli atleti, dai più grandi ai più piccoli. La società, infatti, è nata nel 1955 proprio su suggerimento di don Gaetano Galazzi, e successivamente don Fermo Mantegazza, coadiutore di San Giorgio, diede grande impulso alle attività della squadra, insieme al primo presidente, il ragionier Primo Vismara. Varie squadra si aggiunsero nel corso del tempo: oltre alla prima, i seniores, gli juniores e poi, con don Gigi Musazzi e i presidenti Pieretto, Viganò e Pirovano, gli esordienti e i pulcini.


Storica guida della società anche il presidente Giuseppe Mariani, prima negli anni 70-80 e poi, di nuovo, nei primi anni del nuovo millennio. Dal passato al presente, guardando al futuro: ieri mattina erano tantissimi gli atleti sul campo, sotto la guida del presidente Giovanni Trabucchi e anche di tantissimi volontari, la vera anima della società. "Grazie di cuore a tutti i volontari: sappiamo che le cose non vanno mai avanti da sole ma che dietro le quinte c'è uno sforzo grandissimo", ha ricordato don Andrea durante l'omelia.


Significativo il luogo dove è stata celebrata la funzione eucaristica: il campo da calcio, dove tanti ragazzi si sono avvicendati in questi 60 anni, per crescere come calciatori -tanti gli atleti che la San Giorgio ha lanciato nelle categorie superiori-, ma anche come ragazzi, come persone, uomini e donne del futuro.


Sempre supportati dall'attenzione e dalla professionalità del presidente, degli allenatori e dei volontari. "Questa messa ha al centro tutte le persone che, negli anni, si sono adoperati per la squadra e per il bene dell'oratorio, ma anche per tutti i ragazzi che sono qui", le parole di don Andrea, dal centro del campo, dove è stato posizionato l'altare.


La messa, animata dal coretto dei ragazzi, ha visto la partecipazione degli atleti, che si sono impegnati anche per le letture, insieme al presidente Trabucchi e ai volontari dell'oratorio, per la recita finale della preghiera del calciatore e per la consegna dei doni: il pane, il vino ma anche le scarpette e un pallone, che in questi sessant'anni tantissimi ragazzi hanno fatto rotolare sull'erba verde del campo, per segnare, vincere, divertirsi e maturare. "A volte il passato diventa qualcosa che potrebbe bloccare: questi sessant'anni, invece, sono per noi la voglia di portarne avanti altrettanti. La scelta di fare questa celebrazione nell'ambito della festa dell'oratorio è importante: significa che l'oratorio è ancora presente, vivo. Ringrazio anche le squadre che hanno aderito e tutti coloro che hanno organizzato il torneo del pomeriggio".

Il presidente Giovanni Trabucchi


Nel pomeriggio, infatti, tantissimi pulcini si sono affrontati sul campo per ricordare Vito Dalla Bennetta, storico volontario della società casatese. Sessant'anni di storia, di sport e valori educativi che la San Giorgio si è impegnata a far vivere per tutti i suoi ragazzi. Con la voglia di continuare e guardare al futuro.


Soddisfatto per la bella festa il presidente Trabucchi, mentre la società si prepara per l'inizio delle attività sportive nelle prossime settimane. Dopo la messa, tutti i presenti sono stati invitati al buffet, preparato dai volontari dell'oratorio.


"Preghiamo sapendo che dietro le nuvole il sole c'è, sperando che possiamo andare avanti, con più entusiasmo, grinta e -perché no- anche fede".
Laura Vergani
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco