Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 230.711.327
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 30/06/2020

Lecco: V.Sora: 118 g/mc
Merate: 149 µg/mc
Valmadrera: 152 µg/mc
Colico: 125 µg/mc
Moggio: 150 µg/mc
Scritto Lunedì 12 ottobre 2015 alle 08:39

Casatenovo-Missaglia: quasi 300 cittadini e 40 associazioni in ''Valle Nava'' per sottolineare la valenza pubblica dei sentieri

39 associazioni, enti e gruppi e quasi 300 cittadini in cammino per la difesa della libera fruizione del territorio e dei suoi sentieri.
Si è svolta domenica mattina, sotto il sole di una bella giornata di inizio autunno, l'iniziativa "Quattro passi oggi... per muoversi liberi domani" organizzata da tantissimi sodalizi di Casatenovo e di Missaglia.

La partenza della camminata da Piazza Repubblica a Casatenovo

Una semplice passeggiata nella natura che nasconde, però, tante finalità e obiettivi. Sono passati alcuni mesi dall'intervento del privato che, delimitando l'area di sua proprietà, ha reso di fatto inaccessibile il sentiero che attraversa una porzione di Valle Nava, compresa tra Galgiana e Missagliola, in località Quattrovalli. Le associazioni del territorio casatese e missagliese hanno quindi deciso di scendere in campo per ribadire le proprie idee: la valenza pubblica dei sentieri e della loro libera fruizione e l'importanza degli stessi per la comunità, come indispensabile rete di accesso al territorio  ed elemento costitutivo del paesaggio.

Da sinistra Francesco Biffi (Sentieri e Cascine) e Alfio Sala (Gruppo Valle Nava)

Da sinistra il vicepresidente del PLIS dei Colli Briantei, Marco Monguzzi
e il presidente dell'associazione La Colombina, Federico Pennati


E' con questi valori ben in mente che le 39 associazioni del territorio si sono messe in cammino domenica mattina, chi partendo da Casatenovo -da Piazza Repubblica- chi da Missaglia -Villa Cioja-. I due gruppi, casatese e missagliese, dopo aver percorso un tratto di strada proprio sui sentieri di cui vorrebbero ribadire l'importanza, si sono incontrati nel cuore di Valle della Nava, a Quattrovalli, al limite della zona recintata.

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):


"A nome di Sentieri e Cascine e del Gruppo Valle Nava vi ringrazio per l'intervento numeroso di stamattina. Le associazioni che sono qui oggi sono 39: un numero che va al di là di ogni aspettativa, e molte altre purtroppo non hanno potuti esserci a causa di altri impegni" le parole di Francesco Biffi, presidente dell'associazione Sentieri e Cascine, organizzatrice dell'evento insieme ai volontari di Gruppo Valle Nave. "Ci sono anche sodalizi che non sono direttamente coinvolti nelle tematiche ambientali e questo è bello. Grazie anche al Parco Valle Lambro, al Parco dei Colli Briantei e alle amministrazioni comunali, che hanno aderito in maniera totale con i gruppi di minoranza e maggioranza: è un'occasione quasi storica".

 
Biffi ha poi ribadito le idee alla base della manifestazione. "Perché siamo qui? I sentieri sono un'indispensabile rete di accesso al nostro territorio e un elemento costitutivo del paesaggio: un esempio è la recinzione davanti a noi, che interrompe un sentiero storico. In tanti abbiamo lavorato sul tema della valorizzazione della rete sentieristica: dal 2000 abbiamo mappato i sentieri, nel 2003 abbiamo pubblicato una prima cartina sentieristica e, nel 2008, ci siamo occupati della posa della segnaletica, che qui è stata tolta vanificando il nostro lavoro; se rimane la recinzione, infatti, dovremmo togliere e cambiare alcuni dei nostri cartelli. Tutto questo ha portato ad un uso sempre più frequente dei nostri sentieri e in molti hanno imparato ad apprezzare il nostro territorio", ha riferito, ricordando anche l'inserimento, da parte dell'amministrazione, della rete sentieristica nel Piano di Governo del Territorio.


"Dalla scorsa primavera sono state molte le segnalazioni e il disappunto cittadini. Non abbiamo animosità nei confronti delle proprietà, ma sentiamo il dovere di difendere un bene prezioso, cioè la possibilità di frequentare i nostri sentieri. Riteniamo preoccupante che si crei un precedente su questo tema: la maggior parte dei sentieri insiste su terreni di privati cittadini e non possiamo rassegnarci all'idea che percorsi storici possono  essere chiusi così", ha concluso, ricordando la possibilità, anche nei prossimi giorni, di firmare una petizione per ribadire presso le amministrazioni locali l'importanza della rete sentieristica e chiedere la sua tutela secondo quanto previsto dal PGT e dal Codice Civile.

A destra parte della recinzione installata dai privati


Dopo di lui, a salutare i quasi trecento presenti radunati nel cuore della valle, è stato Alfio Sala, dell'associazione Gruppo Valle Nava. "Non siamo qui contro qualcuno, ma siamo qui per qualcosa, ed è un qualcosa con la Q maiuscola: la libertà, ora e nel futuro. Molte volte ci accorgiamo delle libertà solo quando spariscono. Un pezzo alla volta, però, queste possono esserci tolte. Siamo piacevolmente sorpresi anche per l'adesione delle associazioni non ambientali: chiunque si impegna, lo fa per far star bene con tutta la comunità. Ognuno deve diventare protagonista del proprio futuro", ha concluso. Presenti anche tanti rappresentanti delle amministrazioni comunali di Casatenovo e di Missaglia: il sindaco casatese Filippo Galbiati col vicesindaco Marta Comi e il primo cittadino missagliese Bruno Crippa con il vice Laura Pozzi, consiglieri di maggioranza e minoranza e membri della giunta.


"Mi complimento per l'ottima riuscita dell'iniziativa"
, la parole del primo cittadino casatese, Filippo Galbiati. "Come amministrazioni di Casatenovo e Missaglia vogliamo agire insieme. Non esiste PGT che possa difendere queste aree come può difenderle il fatto che ci accediamo noi per la nostra qualità di vita. E' stato consumato troppo suolo perché vi abbiamo riconosciuto un valore superiore a quello che aveva come fruibilità. Le generazioni future difenderanno il nostro paesaggio se insegneremo loro che questi posti hanno valore superiore a quello economico", ha concluso.

Il ciclosoccorso della Croce Rossa di Casatenovo in servizio


Nel gruppo di cittadini e associazioni, anche tantissimi bambini presenti. "I sindaci e le amministrazioni sono pro tempore", ha riferito il sindaco di Missaglia, Bruno Crippa. "È necessario pensare a chi verrà dopo di noi: questo territorio è di recente entrato nel PLIS dei colli Briantei e pensiamo di creare un corridoio ecologico che ci colleghi alla Valle del Curone. Il nostro territorio è fortemente urbanizzato: conservarlo, non consumare più suolo e recuperarlo è una sfida per gli anni futuri, anche imparando a programmare l'urbanistica non solo come singolo comune ma a dimensioni più ampie".
La parola è passata poi a Marco Monguzzi, vicepresidente del Parco dei Colli Briantei. "Questa manifestazione parte dalle associazioni e il nostro Parco parte dal lavoro associativo. La fruibilità dei sentieri è un elemento fondamentale che caratterizza il parco e la sua vita. Questo è l'unico modo per far avere il Parco alle generazioni future così come noi l'abbiamo ricevuto", ha concluso.

I volontari del Gruppo Valle Nava

I volontari di Sentieri e Cascine

Da sinistra il sindaco di Casatenovo, Filippo Galbiati e il sindaco di Missaglia, Bruno Crippa

Dopo la mattinata trascorsa insieme, in mezzo alla natura e al verde della valle, le associazioni e i cittadini si sono diretti verso piazza Sala per un pranzo preparato dall'associazione La Colombina. "E' stata una manifestazione ottima, anche nelle sue modalità -come da noi richiesto-, con tantissima partecipazione, gioiosa ma al tempo stessa determinata", hanno riferito i volontari di Sentieri e Cascine e di Gruppo Valle Nava.

Ecco le associazioni, i gruppi e gli enti che hanno aderito e che sostengono l'iniziativa:

Associazione Sentieri e Cascine
Associazione Gruppo Valle Nava
PLIS Dei Colli Briantei
Parco Regionale della Valle del Lambro
Gruppo Consigliare PEI Persone e Idee per Casatenovo
Gruppo Consigliare Movimento 5 Stelle Casatenovo
Gruppo Consigliare Marta Casiraghi Sindaco (Missaglia)
AFCB- Amatori Fotografici Cassina de' Bracchi (Casatenovo)
Associazione L'Altra Campanella (Casatenovo)
Associazione Colori della Musica (Casatenovo)
Gruppo Consigliare Più Casatenovo
Gruppo Consigliare Più Missaglia
CAI sezione Missaglia
Unione Podistica Missaglia
AS Pallavolo Missaglia
Ifototipi-Club fotografico (Missaglia)
Fuori dalla Scuola (Missaglia)
AIDO Casatenovo Missaglia Monticello
Bike Action Team Galgiana (Casatenovo)
La Colombina Onlus (Casatenovo)
ASD Casatesport (Casatenovo)
ASD FOR CRI (Casatenovo)
Cooperativa Il Trifoglio (Casatenovo)
MLAL / Angolo Giro (Casatenovo)
Pro Loco Casatenovo
GSO Rogoredo - Sgurbat Run (Casatenovo)
Donne e Mamme Casatenovo
Gruppo Alpini Casatenovo
Sant'Anna Social Club (Casatenovo)
US Cassina de' Bracchi (Casatenovo)
Associazione Cammino di Sant'Agostino
Circolo Gaia-Legambiente Usmate Velate
AVIS Missaglia
Gruppo Micologico Naturalistico Usmate Velate
Associazione Nazionale Partigiani d'Italia (Casatenovo-Missaglia)
Comitato "Parco Monza-Antonio Cederna" - Monza
Comitato "La Villa Reale è mia" - Monza
Circolo Legambiente Alex Langer Monza
mALTRAinsema (Veduggio)

Articoli correlati:
10.10.2015 - Casatenovo: oltre 30 gruppi alla camminata in Valle della Nava
21.09.2015 - Casatenovo-Missaglia: sui sentieri chiusi a Quattrovalli, un ricorso al Tar dal privato
Laura Vergani
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco