Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 327.993.306
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 06 novembre 2015 alle 14:17

Retesalute è un ''asset'' strategico per la costruzione di un welfare non solo meratese ma Provinciale ben strutturato e di qualità certa

Ho letto con preoccupazione l'ultimo editoriale su Retesalute.
Fino a un anno fa ero anch'io nel Consiglio d'amministrazione di Retesalute ed ho potuto verificare come l'Azienda fosse ormai diventata un "Asset" fondamentale per la costruzione di un Welfare provinciale ben strutturato e di qualità.
Un'azienda snella, efficiente in grado di svolgere con qualità e trasparenza i servizi sociali o socio sanitari che i comuni via via le affidano.
Ma anche un'Azienda capace di operare non solo sul meratese ma anche sull'intero territorio provinciale.
Per questo avevo deciso - fino a un anno fa ero anche Assessore Provinciale - di trasferire dall'ASL a Retesalute la gestione dei "disabili sensoriali" per l'intera Provincia di Lecco.
Avevo anche in programma di affidare ugualmente a Retesalute l'assistenza scolastica disabili per tutta la provincia ma la revoca del mandato nella primavera del 2014 me l'ha impedito.
Ho saputo di recente che la stessa cosa l'avrebbe voluta fare quest'anno il Presidente della Provincia Polano ma anche lui è stato "fermato" all'ultimo minuto.
Rafforzare Retesalute è una decisione che a Lecco è sempre stata fortemente osteggiata .
Devo dare atto al Presidente Salvioni che - nelle discussioni anche aspre che ci furono fra me e Virginio Brivio - lui sia sempre stato dalla mia parte con decisione e senza incertezze.
Ecco perchè ho molta stima nei confronti del Presidente Salvioni e sono convinto che fin che ci sarà lui Retesalute non potrà mai fare la fine di Ecosystem.
E' vero Salvioni è un Presidente "silente" ma è un Presidente "brianzolo"che lavora molto,che sa comunicare coi fatti piuttosto che con le parole e, soprattutto che quando c'è bisogno di lui c'è sempre .

Ora le sfide che l'attendono e attendono Retesalute sono almeno due una a livello meratese e una a livello provinciale:
• nel meratese deve rafforzarsi (ottenendo dai comuni deleghe sempre maggiori in campo sociale) e intensificare i rapporti con l'Ospedale di Merate per diventare quel Partner Territoriale che la Regione Lombardia auspica e che il territorio di Merate chiede da sempre
• a livello provinciale deve gestire in stretto coordinamento col Comune di Lecco l'eredità della Provincia di Lecco (destinata a chiudere i battenti con la prossima riforma costituzionale) mantenendo in funzione le "buone prassi" di cui siamo orgogliosi

Per far questo il Presidente Salvioni dovrà avere il pieno supporto dei sindaci del meratese e soprattutto dovrà costruire - nel quadro normativo attuale che Ambrogio Sala ha recentemente molto ben descritto proprio su queste pagine - un'intesa franca e trasparente col sindaco di Lecco Virginio Brivio.

Il fatto che siano entrambi di Robbiate dovrebbe aiutare.

Antonio Conrater
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco