Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 327.991.877
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 06 novembre 2015 alle 18:41

Luca Rigamonti sull’acqua: non siamo stati acritici come altri, ma le proposte di Monticello neppure sono state esaminate

Egregio Direttore,
Dopo aver letto il suo editoriale e gli articoli dei suoi collaboratori giornalisti in merito alle ultime vicende riguardanti il servizio idrico integrato, mi risulta incomprensibile essere annoverato tra i Sindaci che in modo acritico giovedì 29 ottobre a Lecco, durante l'assemblea dei soci della società Lario Reti Holding, non hanno nemmeno avuto la capacità di portare avanti una minima discussione e compiere un piccolo ragionamento di fronte agli emendamenti proposti dai Comuni di Molteno e di
Luca Rigamonti
Monticello Brianza.
Infatti, malgrado ci sia stato un tentativo di evitare di discutere tali emendamenti, nessuno si è posto il problema di esaminare il contenuto degli stessi ma aprioristicamente i vari Sindaci presenti o loro delegati hanno deciso di votare comunque contro .
Venendo a temi concreti, il primo emendamento posto dal Comune di Monticello Brianza e condiviso anche dall'Amministrazione comunale di Molteno, riguardava la necessità di mantenere invariato il quorum qualificato dell'80% previsto per le assemblee straordinarie della società Lario Reti Holding e quindi non abbassarlo al 66,67% (come è stato invece deliberato) in quanto si voleva garantire "sulle grandi questioni" e di fronte ad operazioni straordinarie per la società, un'ampia condivisione da parte dei soci.
Il secondo emendamento riguardava la destinazione degli utili della società Lario Reti Holding. Infatti, si chiedeva, di poter liberamente destinare gli utili (esclusi quelli accantonati per legge a riserva legale) per creare un fondo destinato al rinnovo degli impianti del servizio idrico appunto senza porre limitazioni. Per cui se un anno, di fronte alla necessità di fare un investimento sulla rete del servizio idrico, l'Assemblea avrebbe potuto destinare gli utili a tale scopo senza ricorrere a finanziamenti esterni e quindi indebitandosi con il conseguente aumento delle tariffe per i cittadini, chiedendo quindi ai soci di rinunciare alla distribuzione dei dividendi. Ma anche in questo caso l'assemblea ha votato contro.
Purtroppo, nessun Amministratore presente in assemblea, se non i Sindaci di Monticello Brianza e Molteno hanno ritenuto tali emendamenti meritevoli di presentazione e di approvazione.
Ricordo che, oltretutto proprio in queste settimane, i Comuni della Provincia hanno deliberato l'affidamento a favore di Silea del servizio integrato dei rifiuti fino al 2029 prevedendo, nell'ipotesi contenuta nel piano industriale, di investire molte risorse per il teleriscaldamento che per ragioni tecnico logistiche andrà a vantaggio soprattutto dei Comuni limitrofi all'impianto di Valmadrera.
Con senso di responsabilità molti Comuni hanno aderito in linea di massima a tale progetto rinunciando di fatto ai dividendi di Silea per i prossimi anni: allora perché i Comuni soci di Lario Reti Holding, con altrettanto spirito di solidarietà e di attenzione al territorio provinciale, non hanno consentito di emendare l'articolo sulla destinazione degli utili di Lario Reti Holding evitando la continua distribuzione dei dividendi invece di permettere l'autofinanziamento degli investimenti sull'idrico?
Queste considerazioni evidenziano che, come le cronache del suo seguitissimo giornale on line hanno sottolineato, il Comune di Monticello Brianza oltre a fare attenzione alle buche delle strade e alla pulizia del proprio territorio, ha svolto un'analisi approfondita degli atti che riguardano la gestione di un servizio pubblico strategico e che tocca tutti i cittadini quale è quello dell'idrico, ponendo all'attenzione sia dei soci dell'assemblea di Lario reti Holding e sia ai Comuni della Conferenza Ato svoltasi a luglio, delle questioni concrete, che nel nostro animo, di amministratori non legati a logiche di partito, mirano al bene dei cittadini che siamo chiamati a rappresentare.
L'obiettivo di questo intervento è quello di far notare la distinta posizione che il Comune di Monticello Brianza ha voluto tenere e portare avanti in questi mesi, in modo coerente, ponendo l'accento su aspetti tecnici dello Statuto della società Lario Reti Holding, mostrando che vi è una capacità di analisi critica ed attenta su aspetti complessi come la gestione dei servizi pubblici e rimettendo al centro del dibattito politico della Provincia di Lecco il tema della necessità di una revisione del peso dei vari territori nella gestione di servizi tanto importanti per la comunità secondo criteri che salvaguardino il principio della rappresentatività legati a parametri oggettivi quali ad esempio il numero degli abitanti.

Cordiali saluti,

Dott. Luca Rigamonti, Sindaco di Monticello Brianza
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco