Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 293.914.843
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 23 novembre 2015 alle 10:44

Casatenovo: in oratorio la ''Giornata per i diritti dell'infanzia'' con sodalizi e Comune

Era il 20 novembre 1989 quando l'Assemblea Generale dell'ONU ha approvato la Convenzione internazionale sui diritti dell'infanzia. Oggi, vent'anni dopo, viene ancora celebrata la Giornata internazionale per i Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza, in tutto il mondo e anche a Casatenovo.

Federcasalinghe

Due gli appuntamenti per quest'anno, in un evento organizzato dall'assessorato alla cultura, dalla Pro Loco e dalla comunità pastorale, in collaborazione con alcune associazioni: Angolo Giro, ASD Casatesport, Croce Rossa Italiana-comitato locale di Casatenovo, Federcasalinghe-Donne Europee, Sentieri e Cascine, Corpo Volontari Protezione Civile della Brianza, U.S. Cassina de Bracchi, L'Altra Campanella, Gruppo Alpini Casatenovo, AFCB Cassina de Bracchi, volontari dell'Auditorium di Casatenovo.

Gli animatori dell'oratorio con don Andrea Perego


Giovedì sera, in Auditorium, è stato proiettato il film di Goupil, ‘Tutti per uno': la storia di Milana, una bambina di origine cecena accolta a Parigi. La Giornata dei Diritti di quest'anno, infatti, era incentrata sul tema attualissimo del diritto dei bambini ad ottenere status di rifugiati, "Quanti...perché siano troppi".

Don Andrea con Rosadele Galbiati e a destra il parroco don Antonio

L'assessore Fabio Crippa e accanto i fotografi del Gruppo AFCB

A destra l'assessore Marta Picchi

Domenica, invece, l'evento centrale: un pomeriggio dedicato ai bambini. Nell'oratorio San Giorgio sono state organizzate diverse attività per tutti i ragazzi. In una lettura teatrale animata, "L'alfabeto dei diritti", un'attrice de La Baracca di Monza ha fatto divertire e riflettere bambini e genitori su diritti e doveri. Il campo di basket si è riempito di numerosi stand a cura dei volontari delle associazioni presenti. L'Altra Campanella ha allestito un angolo del lettore e il gioco dell'oca dei diritti.


Gli alpini di Casatenovo, con il capogruppo Dino Pirovano, hanno illustrato, tramite alcuni pannelli, una riflessione sul diritto dei bambini ad essere nutriti: nel 2014, grazie all'organizzazione di una cena benefica, le penne nere casatesi hanno contribuito alla costruzione di un forno per la produzione di pane in Congo, con padre Rinaldo e padre Antonello della Consolata. Un progetto importante, a cui gli alpini hanno partecipato all'insegna della solidarietà nei confronti delle persone più povere. Il panificio ha dato lavoro a tantissime persone, che producono il pane e lo trasportano e rivendono nei centri vicini.

Il gruppo alpini

L'associazione l'altra campanella con il sindaco Galbiati, don Andrea e il diacono Gabriele Scariolo

Una squadra di volontari della Croce Rossa di Casatenovo ha allestito una tenda di accoglienza e permesso di visitare l'ambulanza ai bambini incuriositi.
Gli animatori di San Giorgio hanno organizzato stand e attività per i più piccoli mentre ad occuparsi della buonissima merenda, con panini e the caldo per tutti, sono state le Federcasalinghe-Donne Europee.


Presenti anche il sindaco Filippo Galbiati, gli assessori Fabio Crippa e Marta Picchi e Rosadele Galbiati della Pro Loco, oltre a don Andrea Perego e al parroco don Antonio Bonacina. A concludere il pomeriggio, immortalato in tutti i suoi momenti dai fotografi AFCB, è stato il coloratissimo lancio dei palloncini.
L.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco