Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 223.682.991
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 14/03/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 65 µg/mc
Valmadrera: 68 µg/mc
Colico: 63 µg/mc
Moggio: 85 µg/mc
Scritto Mercoledì 13 aprile 2016 alle 14:29

Sulle potenzialità del Wi-fi i nostri dubbi restano. Sul fronte sicurezza non ci sono stati segnali tangibili

Claudia Ferrario
Il Vice Sindaco Matteo Sala commenta le mie osservazioni e coglie l'occasione per fare un dettaglio di tutti i vantaggi ottenuti attraverso la rete WI-FI pagata 100.000 euro con tasse dei cittadini , che venne realizzata con solerzia cinque anni fa all'inizio del loro mandato. Tessendone le lodi ci spiega come attraverso il loro fiore all'occhiello , gli istituti scolastici e gli uffici comunali abbiano tratto dei vantaggi: ci mancherebbe altro che non fosse così.
Sala denuncia anche una mia ostilità ad investire sulla tecnologia: vorrei rassicurarlo che non sono così anacronistica da negare la necessità di migliorie tecnologiche per il nostro paese, bensì segnalo come questa tecnologia, da lui ritenuta di altissimo livello e di ultimissima generazione, non abbia dato alcuna risposta tangibile sul fonte della sicurezza del territorio, aspetto non secondario, e del quale siamo qui a discuterne anche ora. Quello che sarebbe interessante capire è se ci si è limitati a implementare la tecnologia all'interno di quei soli ambiti (scuole , comune , ambulatori e poche aree pubbliche del paese) perchè tali erano le possibilità/limiti del costoso impianto, o se vi sia stata una mancanza di progettualità , demandando al domani un tema che oggi è improrogabile.
Auspichiamo che i lavori per la messa in sicurezza del territorio che affonterà nel breve chi amministrerà Barzanò non dovranno essere gravati da elevati esborsi per l'ammodernamento della rete WI-FI che nel frattempo potrebbe essere diventata obsoleta e non più sufficientemente all'avanguadia per lo scopo. Non ci resta che aspettare.
Articoli correlati:
10.04.2016 - Barzanò: tecnologia, istruzione e sicurezza viaggiano insieme. Ecco le potenzialità del sistema Wi-Fi
Claudia Ferrario - segretario Lega Nord Barzanò e Candidato Sindaco per la lista “Lega Nord e Barzanesi”
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco