Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 223.675.997
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 14/03/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 65 µg/mc
Valmadrera: 68 µg/mc
Colico: 63 µg/mc
Moggio: 85 µg/mc
Scritto Giovedì 14 aprile 2016 alle 11:40

Referendum: domenica votare SI per uno stop alle trivelle. E' un dovere difendere l'ambiente e valorizzare le ricchezze del paese

"Mentre il Premier Renzi, nonché segretario del PD, invita a boicottare il referendum trivelle creando mal di pancia e nuovi dissensi all'interno del proprio partito che peraltro esprime 7 dei 9 presidenti di Regione promotrici dello stesso referendum, la Lega Nord ha invece le idee chiare e domenica 17 aprile invita i cittadini a recarsi alle urne per votare SI, per uno STOP alle trivellazioni. La Lega Nord non salvaguarda interessi di lobbies del petrolio, ma agisce solo in funzione del bene pubblico e per la difesa dell'ambiente. Lo scandalo petroli e di Tempa Rossa, che sta travolgendo più membri del Governo, ha fatto invece emergere chiaramente il vero motivo per il quale Renzi invita gli italiani a starsene a casa, per far fallire il referendum con il mancato raggiungimento del quorum".



"Con la vittoria del SI le estrazioni di gas e petrolio in mare entro le 12 miglia dalla costa dovranno cessare al termine della concessione e le impattanti piattaforme dovranno essere smantellate; diversamente le estrazioni proseguiranno all'infinito, fino ad esaurimento del giacimento. VOTARE SI significa dunque difendere il territorio da inquinamenti certi e dal rischio di disastri e incidenti. VOTARE SI significa soprattutto tutelare e valorizzare le invidiabili ricchezze del nostro paese cioè il nostro mare, il turismo, la pesca, il paesaggio e la biodiversità".
"Il voto referendario è uno dei pochi strumenti di democrazia rimasti a disposizione dei cittadini italiani ed è giusto che i cittadini abbiano la possibilità di esprimersi anche sul futuro energetico del nostro paese. Esercitiamo dunque questo diritto-dovere. Io domenica certamente lo farò e andrò alle urne per votare SI".
Paolo Arrigoni, senatore Lega Nord
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco