Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 278.361.567
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 30 aprile 2016 alle 16:55

Mauro Piazza: il caso Konig in Regione in via urgente. Presenterò richiesta d’audizione tra le parti interessate

Mauro Piazza
"Un'audizione urgente in Regione con la proprietà, i sindacati, il Comune di Molteno e la Provincia di Lecco sul caso Konig per cercare di comprendere la situazione e valutarla in modo approfondito"
. Ad annunciarlo è il consigliere regionale lecchese del Nuovo Centrodestra Mauro Piazza che è anche componente della Commissione Attività produttive del Pirellone.
"Un esubero di oltre cento lavoratori su un organico di 130, giunto come un fulmine a ciel sereno, con scarso confronto con le organizzazioni sindacali e nel silenzio totale rispetto all'Amministrazione comunale è un modus operandi su cui servono chiarimenti - prosegue il consigliere Piazza - Stiamo parlando di un'azienda storica del territorio lecchese, che opera in un settore non in crisi e per la quale una decisione del genere appare scarsamente motivata. E' necessario capire meglio e trovare una soluzione in tempi rapidi, aprendo innanzitutto un fronte di dialogo con la proprietà, coinvolgendo i lavoratori tramite i rappresentanti sindacali e le amministrazioni pubbliche interessate".
Piazza procederà già lunedì presentando la richiesta di audizione con carattere d'urgenza: "Regione Lombardia e l'assessorato allo Sviluppo economico guidato da Mauro Parolini saranno parte attiva in questa situazione".
Per Piazza non è possibile non pensare al passato con un po' di nostalgia, "ai nostri imprenditori locali di vecchio stampo. Adesso queste multinazionali chiudono o si spostano senza tanti riguardi".
.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco