Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 273.849.286
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 02 maggio 2016 alle 18:20

Molteno, Konig: convocato il tavolo in Regione. Sindacati pronti alla trattativa

Fissata un'audizione in Arifil, l'agenzia regionale per l'istruzione, la formazione e il lavoro della Regione Lombardia, per il caso Konig Spa. Le organizzazioni sindacali (Fim, Fiom e Uil di Lecco) e le parti sociali sono state convocate al tavolo regionale mercoledì 4 maggio.

La Konig di Molteno

La programmazione dell'incontro è stata fissata in tempi rapidi, dopo che lo scorso venerdì 29 aprile l'azienda sita a Molteno, rilevata dall'austriaca Pegaw - che ha sua volta ha inglobato lo scorso settembre la svedese Thule - ha annunciato quello che è un vero e proprio piano di dismissione: delocalizzare interamente la produzione in Carinzia e Repubblica Ceca, lasciando in viale Lombardia solo la logistica e gli uffici commerciali. Una decisione che tradotta in numeri si configura come un vero e proprio flagello per il marchio - che quest'anno avrebbe compiuto 50 anni - noto a livello internazionale per la produzione di catene neve: 106 esuberi a fronte di una forza lavoro che oggi impiega 130 dipendenti.

Luigi Panzeri, delegato Fiom

"Invece di fare una festa con una bella torta di compleanno, ci portano via quest'azienda storica come segno di gratitudine verso il territorio" è stato il commento di un amareggiato Luigi Panzeri, delegato della Fiom. "Da parte dei lavoratori c'è molta preoccupazione: oggi sono entrati in azienda consapevoli di avere davanti un cielo grigio e un orizzonte sempre più buio. Da parte nostra, invece, è importante tornare ad essere concreti e vedere la realtà della persona perché il lavoro è innanzitutto un diritto".
Se l'incontro in Provincia non è ancora stato fissato, quello in Regione è previsto per dopo domani. "La convocazione in Arifil è un modo concreto per evidenziare quanto è successo e cercare di trovare qualche strada che possa portare una soluzione. Nel frattempo abbiamo già incontrato la disponibilità di due deputati del territorio, Veronica Tentori e Gian Mario Fragomeli, per fare in modo di trovare uno spazio di discussione anche nelle sedi ministeriali" ha aggiunto Panzeri.

Enrico Azzaro di Uilm

Diverso è l'obiettivo che si pone Uil in vista dell'incontro regionale. "Da parte nostra, l'oggetto della discussione non saranno gli ammortizzatori sociali, ma la revisione del piano industriale presentato dal gruppo austriaco che ha intenzione di smantellare la produzione per delocalizzare in Carinzia e Repubblica Ceca per saturare i suoi stabilimenti. Questo è un piano inaccettabile per le organizzazioni sindacali" ha affermato Enrico Azzaro. "Siamo sconcertati dall'atteggiamento di Thule che, nel passaggio di azioni, non ha previsto all'interno dell'accordo commerciale un piano di salvaguardia industriale a tutela dell'occupazione".
Articoli correlati:
01.05.2016 - Lecco: in piazza per il 1° maggio la rabbia dei dipendenti della Konig. ''Siamo stati presi in giro, ma non ci arrendiamo''
30.04.2016 - Molteno, Konig: avviate le richieste per i tavoli istituzionali in Provincia e Regione. Proserpio, ''Preoccupati per le famiglie''
29.04.2016 - Molteno: 'Konig' annuncia un piano aziendale che prevede il trasferimento della produzione. 106 esuberi su 130 lavoratori
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco