Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 270.326.332
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 19 maggio 2016 alle 18:50

Molteno, Konig: arrivata la convocazione del 'tavolo' a Roma. Soddisfatti i sindacati

E' arrivata nel tardo pomeriggio odierno la convocazione di un vertice al Ministero dello Sviluppo Economico per il caso Konig.
L'incontro, auspicato da tempo dalle organizzazioni sindacali, si terrà nella tarda mattinata di mercoledì 1 giugno per fare anche in quella sede un punto sulla complessa vicenda che riguarda l'azienda con sede a Molteno e il destino dei suoi lavoratori. 



I lavoratori davanti alla sede aziendale

Lo scorso 29 aprile Pewag, società austriaca che ha acquistato a settembre il marchio dalla svedese Thule, ha infatti annunciato un piano di dismissione aziendale dalle dimensioni importanti. E' previsto l'esubero di un centinaio di dipendenti a fronte degli oltre 130 attualmente impiegati nel sito di viale Lombardia. La produzione di catene da neve, per cui Konig si è distinta in tutto il globo, verrà trasferita in Carinzia e Repubblica Ceca dove la società possiede già alcuni stabilimenti. In Italia e precisamente a Molteno, resterebbero solo uffici commerciali e la logistica.
Immediata la reazione delle sigle sindacali che hanno da subito avviato la trattativa, perseguendo le opportune vie istituzionali. Prima la convocazione all'agenzia regionale per l'istruzione, la formazione e il lavoro (Arifil) all'inizio del mese, poi il tavolo nella sede provinciale di via Matteotti a Lecco per il quale i lavoratori si erano organizzati con un presidio e questa mattina, giovedì 19 maggio, il passaggio in quarta commissione in Regione Lombardia. Ora è giunta la tanto auspicata convocazione al Ministero. 



"L'incontro si inserisce in un percorso ben tracciato che deve aiutarci a trovare una risposta positiva ed è la testimonianza della serietà con cui stiamo lavorando. Non abbiamo tralasciato nessun passaggio istituzionale" hanno commentato i delegati di Fiom e Fim. "Dobbiamo ringraziare il senatore Paolo Arrigoni, i deputati Gian Mario Fragomeli e Veronica Tentori che si sono interessati alla vicenda e ci hanno aiutato a trovare questa soluzione, accogliendo la nostra richiesta".
Il vertice a Roma è atteso all'inizio di giugno, a circa un mese dall'annuncio del piano aziendale. Secondi indiscrezioni, non si escluderebbe che la società austriaca possa tuttavia formalizzare già nei prossimi giorni la procedura di mobilità, rispettando quanto annunciato.
Articoli correlati:
19.05.2016 - Piazza: l'azienda ci pensi bene e resti a Molteno
19.05.2016 - Konig, Straniero: l'azienda deve proseguire la trattatava
19.05.2016 - Konig, Fragomeli: il 1 giugno si aprirà il ''tavolo di crisi''
19.05.2016 - Molteno,Konig: altro incontro in Regione in attesa della convocazione al Ministero
11.05.2016 - Molteno: don Massimo esprime solidarietà ai lavoratori della Konig su ''Il Martinetto''
09.05.2016 - Molteno: l'azienda conferma gli obiettivi in Provincia, il 19 un tavolo in sede regionale
09.05.2016 - Molteno: i lavoratori della Konig sfilano per le strade della città, sede del vertice in Provincia. 'Siamo persone, non numeri'
04.05.2016 -
Molteno, Konig: niente cassa integrazione, occorre dare continuità per l'occupazione

03.05.2016 - Molteno, König: lo sfogo delle Rsu e dei lavoratori. ''Ci siamo davvero sentiti presi in giro: non siamo numeri, ma persone''
02.05.2016 - Molteno, Konig: convocato il tavolo in Regione. Sindacati pronti alla trattativa
30.04.2016 - Molteno, Konig: avviate le richieste per i tavoli istituzionali in Provincia e Regione. Proserpio, ''Preoccupati per le famiglie''
29.04.2016 - Molteno: 'Konig' annuncia un piano aziendale che prevede il trasferimento della produzione. 106 esuberi su 130 lavoratori
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco