Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 233.759.626
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 03 novembre 2016 alle 18:59

Lecco: in consiglio provinciale Simonetti interroga sul crollo del ponte di Annone. Polano replica, 'nessun avviso da Anas'

Ha ribadito con forza quanto aveva già avuto modo di riferire alla stampa in questi ultimi giorni: ''la nostra versione dei fatti non collima con quanto dichiarato da Anas'', aggiungendo che ''la prima comunicazione a me pervenuta in merito al ponte è stata quella del crollo''.
E' la risposta fornita pochi minuti fa dal presidente della Provincia di Lecco, Flavio Polano, all'interrogazione presentata durante il question time dal consigliere della Lega Nord, Stefano Simonetti. L'esponente del Carroccio ha infatti aperto l'assise provinciale formulando alcuni quesiti circa la tragedia verificatasi la scorsa settimana lungo la superstrada 36 ad Annone Brianza, quando l'improvviso cedimento del ponte lungo la SP 49 ha causato la morte del civatese Claudio Bertini e il ferimento di altre quattro persone.

Secondo da destra il presidente Flavio Polano

Un tema che ha portato la nostra provincia alla ribalta della cronaca mondiale e che non poteva non essere discusso nella sala consiliare di Villa Locatelli.
Nello specifico Simonetti ha chiesto a Polano di rendere nota al consiglio l'attività svolta dalla Provincia nelle ore di tempo intercorse tra l'allarme che sarebbe stato lanciato da Anas circa la pericolosità del ponte - attraverso il cantoniere giunto sul posto - e l'effettivo crollo della struttura. Un argomento delicatissimo, sul quale il consigliere della Lega Nord si è riservato di presentare - nei prossimi giorni - un'interrogazione in forma scritta ancor più approfondita.
Non ha voluto scendere nei dettagli Polano, ricordando le due inchieste in pieno svolgimento, sia da parte della Procura di Lecco che dal Governo, come reso noto dallo stesso ministro delle infrastrutture, Graziano Delrio. Il presidente della Provincia di Lecco ha tuttavia confermato la posizione già assunta nei giorni scorsi: ''non ci risultano segnalazioni inviate da Anas prima del cedimento del cavalcavia, relativamente alla pericolosità dello stesso''. Un'affermazione ribadita da Polano a più riprese nel corso dell'assise, ancora in pieno svolgimento in questi minuti.

Il consigliere Stefano Simonetti accanto alla collega Elena Zambetti

Il consigliere Simonetti ha recepito le risposte fornite dal presidente, auspicando che ''la giustizia faccia il proprio corso'' nell'accertamento delle responsabilità del caso.
Ha invece chiesto se esista una sorta di mappatura delle infrastrutture del territorio lecchese, con particolare riferimento ai ponti, il consigliere Mattia Micheli. A questo proposito Polano ha citato le criticità dovute alla sovrapposizione di competenza rispetto ad alcune realtà infrastrutturali presenti in provincia. Un argomento che necessiterà di un'approfondita valutazione, a maggior ragione a seguito di quanto accaduto.
Il consiglio sta ora proseguendo nella trattazione degli altri temi iscritti all'ordine del giorno.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco