Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 248.202.718
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 16 novembre 2016 alle 08:34

Casatenovo: PressT, nato un gruppo di lavoro. Il progetto pronto entro fine anno

Un PressT - presidio socio-sanitario territoriale - a Casatenovo. E' l'ipotesi alla quale stanno lavorando da mesi l'amministrazione comunale di Casatenovo insieme con la direzione dell'ATS della Brianza e dell'ASST di Lecco.
Il sindaco Filippo Galbiati, dopo aver raccolto l'invito del dottor Massimo Giupponi di ATS prima dell'estate a lavorare in questo senso, ha promosso alcune iniziative per arrivare a formulare con tutti i soggetti interessati un progetto ed un contributo da sottoporre.
''Abbiamo già fatto alcuni passi concreti nei mesi scorsi con una serie di riunioni'' ha spiegato in proposito l'assessore ai servizi alla persona, Fabio Crippa. ''In particolare i medici di medicina generale hanno già comunicato ad ATS e al Comune la loro disponibilità a collaborare al progetto ed a costituire quella che viene definita medicina di gruppo, che è il primo fondamentale passo. Abbiamo poi incontrato il CDA e il direttore di Retesalute che hanno garantito interesse e collaborazione''.
Sotto il coordinamento dell'assessorato si è quindi costituito in questo mese un gruppo tecnico di lavoro per la stesura di un documento che vuole essere un contributo. C'è il coinvolgimento di ATS, di Retesalute attraverso il suo direttore, dell'assistente sociale dottoressa Falcone, della medicina generale rappresentata dal dottor Pirovano e dalla dottoressa Ghiazza e non da ultimo della Casa di Riposo Monzini di Casatenovo.
''Ci interessa poi estendere questo percorso al terzo settore ed all'associazionismo. L'impegno è quello di presentare entro i prossimi due mesi ad ATS una proposta integrata e condivisa con tutti i soggetti interessati del nostro territorio''
ha proseguito Crippa.

L'assessore Fabio Crippa

I PressT sono uno dei cardini fondamentali della riforma sanitaria regionale. Si tratta di modelli organizzativi territoriali per favorire l'integrazione dei servizi sanitari e dei servizi sociali e sono il primo tassello di attuazione della riforma sanitaria regionale nei territori. Il loro obiettivo deve essere quello di aumentare ed innovare i servizi sul territorio (dalla Medicina generale, all'assistenza infermieristica e domiciliare, alla valutazione multidisciplinare socio-sanitaria, ai percorsi protetti per le fragilità, ecc).
Il primo PressT della provincia di Lecco nascerà a Introbio, in Valsassina, dove lo scorso 3 novembre è stato presentato il progetto alla presenza, fra gli altri, dell'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco