Accadeva 40 anni fa/24 – luglio '83: Missaglia, sprechi idrici il Sindaco mette una ''taglia''. Furti di bestiame a Casatenovo

banner bmilenamuccidesktop-36632.jpg
Ben 135 studenti di Villa Greppi rischiano di trovarsi senza aule. La scuola sperimentale è in fase di ampliamento con lavori e cantieri aperti. Fortunatamente interviene il comune di Besana Brianza mettendo a disposizione una vecchia villa da cui ricavare le dodici aule necessarie.
Esce di prigione il giovane missagliese che nella notte di capodanno del 1981 sparando con una pistola uccise una ragazza di 15 anni di Casatenovo. Il capo di imputazione da omicidio volontario è stato riqualificato in omicidio colposo così sono scaduti i termini di carcerazione preventiva. La pena in primo grado era stata di otto anni. Delusi i parenti della poveretta. Al giovane solo l’obbligo di firma due volte la settimana.
Erano stipate nel baule della Fiat 128 e in parte anche sotto i sedili. Decine e decine di lettere, cartoline, pacchetti postali che il portalettere di Missaglia tratteneva anziché imbucarle alle rispettive destinazioni. Fermato dai carabinieri della locale stazione agli ordini del maresciallo De Quattro, il postino si è visto infliggere dal pretore di Lecco Giovanni Diotallevi, quattro mesi di reclusione più il pagamento delle spese processuali.
Festeggiato don Giuliano Sala per i suoi primi dieci anni come parroco presso la comunità di Barzanò. Paese addobbato in ogni angolo per il sacerdote che nell’occasione festeggia anche il trentesimo anniversario dalla prima Messa.

Davvero singolare l’iniziativa assunta da Gabriele Castagna, sindaco di Missaglia, per contrastare l’abuso di consumo dell’acqua potabile. La situazione idrica in paese è drammatica per cui si è resa necessaria l’ordinanza che vieta l’uso dell’acqua per innaffiare orti e giardini, lavare le auto, riempire o rabboccare le piscine ecc. ma nonostante i controlli della P.L. i consumi restano troppo elevati. Al che Castagna punta sulla “taglia”: il suo stipendio di un mese di amministratore, pari a 117mila lire a chi segnalerà violazione dell’ordinanza.

Un'immagine di repertorio di Gabriele Castagna, sindaco di Missaglia durante una manifestazione pubblica

Dopo la Città mercato di Merate e la Esselunga di Cernusco ecco un terzo supermercato questa volta a Casatenovo. Battuto sul filo di lana i “brianzoli”, arriva Despar su un’area di poco meno di mille metri quadrati posta tra il campo sportivo comunale e via Leone XIII.

Da molte generazioni nella frazione di Maresso, in località ''Mulino Cattaneo'' l’omonima famiglia è impegnata nella produzione di burro. Burro di altissima qualità grazie alle forniture giornaliere di latte da parte di allevatori locali fidatissimi. Non ci sono più le forme di pane di burro in legno ma il procedimento è quello antico. I clienti sono privati, purtroppo l’industria propone burro a prezzi più bassi e il consumatore spesso non bada alla qualità.

Undici zone da ristrutturare per 200mila metri cubi equivalenti a 1.898 abitanti. Il tutto in una sola delibera assunta dall’Amministrazione comunale di Missaglia. Le zone in cui effettuare i recuperi edilizi di fabbricati fatiscenti sono a Molinata, Belzoino, Missagliola, Contra, Maresso, Lomaniga, Bariano e, in centro in via Garibaldi, piazza Sormani e via Merlini.

 A tre settimane dalle elezioni comunali, Emanuele Ponzone, 15 anni in Aula di cui cinque come sindaco, riconfermato nella carica, assegna le deleghe assessorili: architetto Renato Spreafico, vice sindaco e urbanistica, Vittorio Villa, sanità e servizi sociali. Ai supplenti Claudio Bosisio il bilancio e l'istruzione a Lina Riva.

Emanuele Ponzone, sindaco di Sirtori

Grazie alle donazioni dei cittadini di Casatenovo, Missaglia e Monticello, della proloco e di Elia Penati, patron della concessionaria Fiat al servizio di emergenza dell’ospedale di Merate arriva un’ambulanza nuova di zecca e molto accessoriata. Alla cerimonia, tra gli altri Giovanni Maldini e i primari Montanari, Marraro e Sartori.

A Casatenovo è allarme . .abigeato. Sì proprio furto di bestiame, vacche e qualche toro. Da mesi le aziende agricole lamentano furti continui. Pochi capi per volta ma uno stillicidio. Racconta il titolare di un’azienda locale: abbiamo subito tre furti, uno nel 1981 e due nel 1983 a gennaio e giugno. In totale spariti 81 vitelli.

Anche a Barzanò nessun colpo di scena: Giuseppe Aldeghi è riconfermato sindaco del paese.

Il riconfermato sindaco Giuseppe Aldeghi

Qualche foto come di consueto per ricordare come eravamo quarant’anni fa.

1)      Antonio Magni del G.S. Lomaniga Autopanzeri conquista il terzo posto nella gara regionale di ciclismo categoria ''Seniores 2''. Al sesto posto Vittorio Biffi del Cassina de Bracchi.

2)      La Contrada del ''Giocattolo'' vince con 14 punto il primo palio delle Contrade di Missaglia. Quattro contrade a sfidarsi in tantissimi giochi: il “Giocattolo”, “La frutta”, “La torta”, “il Vino”. Un mese intero di sfide per arrivare a stabilire la migliore contrata del 1983.

3)      Sette bocciofile, Merate, Brivio, Barzanò, Cernusco, Ronco, Cassago e Erba si contendono il trofeo Vergani di Osnago.

4)      In 50 alla caccia al tesoro della proloco Casatenovo. La vittoria è andata alla frazione di Campofiorenzo.

5)      Si è conclusa con successo la quinta edizione della Sagra delle arborelle organizzata dalla società pescatori Brianza di Monticello. Neanche gli organizzatori più ottimisti speravano in un’affluenza del genere. Si parla di 4 quintali di Arborelle e Lavarelli consumati (con patatine fritte).

6)      La formazione delle Ceramiche Colombo di Bevera vince la prima edizione del Trofeo dell’Amicizia organizzata dalla Polisportiva di Barzanò. Seconda la compagine del “Cafferino” di Barzanò.

7)      Oltre tremila persone alla sesta edizione della Sagra di Maresso, tra spettacoli, musica, sport e cucina casalinga.

8)      Il titolo di campione di Maresso 1983 è andato alla formazione ''Centro storico''.

 
24/continua
Invia un messaggio alla redazione

Il tuo indirizzo email ed eventuali dati personali non verranno pubblicati.