Accadeva 40 anni fa/28 – dicembre '83: a Missaglia arriva la Rettore. Barzanò, rapina in gioielleria. Tragedia al Catenificio

banner bmilenamuccidesktop-36632.jpg
A Missaglia continua lo scontro sul ''Seleggio'', un caseggiato al centro di violenti polemiche. Da un lato l’Amministrazione comunale che intima alla proprietà di intervenire per mettere in sicurezza almeno il tetto, dall’altro la proprietaria residente a Modena che intima l’altolà al Comune, vietando di toccare anche una sola tegola. I residenti intanto protestano vivacemente chiedendo all’Amministrazione comunale di intervenire prima che pioggia o neve facciano crollare tutto.
Per la festività dell’Immacolata il Comitato feste di Lomaniga ha preparato un rito...pagano. Sul palcoscenico, infatti, salirà Donatella Rettore, reduce dal grande successo ottenuto con ''Io ho te''. I biglietti in prevendita presso bar e edicole del territorio. Alla fine il risultato sarà sotto le aspettative, circa 500 paganti. Ma agli organizzatori va tributato il coraggio di continuare a invitare grandi personaggi, dopo Vasco Rossi dell’anno passato.
accadevapezzo1.jpg (108 KB)
A Missaglia il pittore Gerolamo Scaccabarozzi, più noto come Gerry, incontra Gilbert Becaud, celeberrimo chansonnier francese che lo ha aiutato a introdursi negli ambienti artistici parigini. Gerry ha preso parte al concorso indetto dalla ''Società Ricard'', casa legata al ''Pernod'', che produce aperitivi alcoolici, piazzandosi al primo posto assoluto con un quadro intitolato ''Cocktail d’attività''. La tela di Gerry verrà poi riprodotta in 600mila copie che serviranno alla ''Ricard'' come bigliettini augurali da inviare in tutto il mondo.
accadevapezzo2.jpg (200 KB)
A sinistra Gerry Scaccabarozzi

A Monticello entra in funzione per la prima volta l’autovelox. E le multe fioccano. L’apparecchio però non viene dotato di macchina fotografica e ciò non consente di appioppare maxi multe da 150mila lire. Tuttavia togliere il piede dall’acceleratore in paese diventa conveniente, anzi d’obbligo.
accadevapezzo3.jpg (170 KB)
Per festeggiare una stagione davvero ricca di risultati, il G.S. Lomaniga riunisce dirigenti, atleti e sostenitori al ristorante Toscano per la cena sociale di fine anno. La sintesi della stagione è la seguente: 15 prime posizioni, 18 piazze d’onore, 14 terzo posti, 16 volte quarti e 15 volte quinti. Il campione sociale 1983/84 è Renato Battini.
accadevapezzo6.jpg (85 KB)
Furto con grande destrezza in una villa di Monticello. I ladri incuranti della presenza dei proprietari si sono portati nel locale ove, evidentemente, sapevano fossero conservate otto tele dell’800. Se ne sono impossessati, hanno rubato pure una affettatrice e, prima di andarsene, una bicchierata con acqua minerale frizzante prelevata dal frigorifero.
In festa il Coro Brianza di Missaglia per i 15 anni di attività. Uno spettacolo con i cugini Coro Ala di Trento e poi a cantare alla principale funzione religiosa nella basilica di Missaglia.
accadevapezzo7.jpg (64 KB)
Al termine di una stagione ricca di avvenimenti e manifestazioni il Gruppo Alpini di Casatenovo, 240 iscritti, si ritrova a tavola al ristorante Roma per la cena sociale. Non prima di aver assistito alla messa celebrata da don Franco Annoni.
accadevapezzo4.jpg (95 KB)
L’assemblea generale dei Comuni della Brianza sud-orientale ha all’ordine del giorno l’intitolazione dell’ospedale dell’Ussl presieduta da Luigi Zappa, a Leopoldo Mandic, canonizzato il 16 ottobre 1983. Al Santo, morto a Padova il 30 luglio 1942, vengono attribuiti diversi miracoli tra cui uno proprio a Merate. Una guarigione inspiegabile di un agricoltore colpito da una gravissima malattia all’intestino. I medici dicevano che non c‘era alcuna speranza pur tentando un intervento chirurgico. Invece pochi giorni dopo l’operazione l’agricoltore si era rimesso riuscendo a guarire. A Roma a testimoniare l’evento andarono il primario di Ostetrica Ginecologia Italo Della Rocca e il caposala di chirurgia Angelo Panzeri. La vicenda era accaduta nel 1962.
Mercoledì 14 a Missaglia si è ufficialmente costituita con l’approvazione dello statuto la cooperativa di lavoro per disabili denominata ''Incontro Srl''. Primo presidente è il missagliese Dario Magni, consigliere comunale Dc. Alla serata hanno preso parte nomi di spicco del territorio come Marco Agrati, Carla Vismara, Ferdinando Caldirola e Mario Sesana presidente del Lions club Brianza Colli.
accadevapezzo5.jpg (123 KB)
Dario Magni e Marco Agrati

Alla trattoria S. Rocco rimpatriata della grande Casatese. Rinaldino Villa, presidente della compagine arrivata a un passo dal grande calcio professionistico ha organizzato la serata assieme Giovanni Barzaghi, imperturbabile mister e artefice principale del miracolo biancorosso.
accadevapezzo8.jpg (70 KB)
Il 17 dicembre serata di premiazioni presso la casa del giovane di Casatenovo delle gare organizzate dal consiglio di fabbrica della ''Vismara''. Alla serata han preso parte il noto cabarettista Ezio Greggio diventato famoso con Carmen Russo per lo spettacolo televisivo ''Drive In''.
accadevapezzo9.jpg (34 KB)
Sono le 2.15 quando alla centrale operativa dell’Ilvi di Lecco arriva l’allarme dall’istituto Viganò di Merate. Una pattuglia di agenti privati viene dirottata sul posto. Gli uomini trovano buio e silenzio ma girando attorno all’edificio scorgono un grosso buco nella rete metallica. Nel buio ci sono i ladri che osservano le mosse dei metronotte. Per riuscire a scappare c’è solo un modo: mettere mano alla pistola. Partono due, tre colpi all’indirizzo degli operatori i quali rispondono al fuoco costringendo i malviventi a rifugiarsi in uno scantinato. Intanto arriva anche una radiomobile dei carabinieri. I banditi sparano ancora poi sfondano una porta posteriore e si dileguano nei campi circostanti.
A Barzanò, invece, colpo grosso in gioielleria. Un ''cliente'' suona, la porta a scatto viene aperta e entra con tutta calma. Chiede di vedere qualche gioiello da regalare poi estrae la pistola e la punta contro il gioielliere, la moglie e i due figli. Fa scattare il blocca porta e subito entrano altri tre banditi armati. Uno tiene tutti sotto tiro, gli altri riempiono i sacchetti di orologi e monili. Bottino 50 milioni di lire stima al ribasso. Poi fuggono a bordo di una Bmw. Bmw che era stata notata a Brivio, la sera precedente quando fu e derubato don Carlo Mariani, il parroco.
accadevapezzo11.jpg (52 KB)
Gabriele Castagna

Natale felice per Gabriele Castagna sindaco di Missaglia. Dopo il braccio di ferro con Casatenovo, intenzionato a costruire una propria caserma militare ecco arrivare dal Ministero la richiesta di rinnovo del contratto di affitto dello stabile missagliese che ospita la stazione carabinieri. Un regalo subito accolto con entusiasmo da Castagna che risponde in tempo zero per il rinnovo di altri sei anni. Ora è certo che almeno fino al 1990 la caserma a Missaglia resterà operativa.
Il 1983 sembra volgere al termine in maniera tranquilla, con i campi sotto una coltre di neve bianca caduta dal 20 dicembre fino alla vigilia di natale. Martedì 27 dicembre l’attività riprende nelle grandi fabbriche del meratese e del casatese, la Tessitura, l’ex Agnesini, il Catenificio. Migliaia di operai e impiegati riprendono il lavoro dopo la pausa natalizia, pronti per il secondo stop di capodanno. Il Catenificio con le sirene delle 7.40 e delle 7.55 che chiamavano i dipendenti a raccolta ha trasferito gran parte dell’attività nel nuovo stabilimento di Cernusco. Alle 8 prende servizio il turno di ''giornata''. Alle 8.40 un botto spaventoso scuote la pigra Brianza, si avverte da Montevecchia a Verderio dove giunge attutito ma è chiaro che non si tratta di un petardo. Nello stabilimento una fuga di gas propano ha provocato una terribile esplosione. I giganteschi coperti delle vasche di raffreddamento delle catene uscite dai forni schizzano verso l’alto, sfondano soletta e copertura. Uno colpisce un operaio; altri sei lavoratori sono coinvolti nell’esplosione. Quando i colleghi riescono a entrate nel reparto ci sono sette corpi a terra. A Cernusco arrivano ambulanze da tutti gli ospedali della zona, le sirene dei vigili del fuoco e dei carabinieri lacerano l’aria. Una tragedia. Nonostante i soccorsi l’operaio colpito muore mentre gli altri sei restano feriti in modo più o meno grave. L’operaio deceduto era residente a Novate, gli altri a Cernusco, Olgiate, Perego e Missaglia.

FOTO DI COME ERAVAMO
accadevapezzo10.jpg (28 KB)
1)      Le feste scolastiche per il Santo Natale nel casatese.
Invia un messaggio alla redazione

Il tuo indirizzo email ed eventuali dati personali non verranno pubblicati.