C'è carenza di agenti di Polizia Locale: accordi fra i comuni per garantire il servizio

banner bmilenamuccidesktop-36632.jpg
Dovrebbe entrare in servizio con l'inizio di aprile il nuovo agente di Polizia Locale di Barzanò. Il primo classificato nella graduatoria redatta a conclusione delle prove previste nell'ambito del concorso pubblico bandito dall'ente, ha infatti accettato l'incarico e se non ci saranno intoppi nel giro di qualche settimana potrà entrare in servizio, affiancando il comandante Luca Bianchi nel quotidiano lavoro in ufficio e sulle strade di Barzanò e Cremella, comune con il quale vige da tempo una convenzione. L'auspicio è che la nuova figura possa restare più a lungo dei predecessori, giovani agenti che dopo un primo periodo di lavoro in paese hanno colto altre opportunità lavorative trasferendosi presso enti di dimensioni più rilevanti. Barzanò aveva infatti bandito il concorso a fine anno, a qualche mese di distanza appunto dal trasferimento a Gallarate dell'ultimo agente assunto nel periodo estivo, al termine di un analogo concorso espletato. Il predecessore invece, si era spostato in bergamasca dopo un periodo di attività più lungo, nel quale si era fatto positivamente notare. Ora vediamo che cosa accadrà.
pl.jpg (200 KB)
Del resto i comuni limitrofi non sembrano messi meglio. A Sirtori presta servizio per qualche ora alla settimana, un'agente assunta dal Comune di Besana (che in precedenza prestava servizio anche a Viganò ndr). ''Siamo molto felici di averla e molto soddisfatti di come svolge il suo lavoro'' ha detto in proposito il sindaco Matteo Rosa, non sbilanciandosi però, sulla durata della sua permanenza in paese.
A Missaglia invece, l'amministrazione del sindaco Paolo Redaelli ha stretto proprio in questi giorni un accordo con un comune limitrofo per ''tamponare'' l'assenza dell'agente congedatasi per qualche mese dal servizio e garantire così un supporto al responsabile dell'ufficio, rimasto da solo seppur il comune conti quasi 9mila abitanti.
Anche Monticello è da tempo in sofferenza; la comandante è rimasta la sola a tempo pieno, avvalendosi settimanalmente di aiuti in virtù degli accordi stretti dall'amministrazione dopo il trasferimento di un'agente ad Airuno.
Colle Brianza ha invece siglato una convenzione con La Valletta Brianza; l'agente in servizio presso la piccola municipalità del circondario oggionese presterà servizio nel paese vicino al di fuori dell’orario lavorativo per non ridurre l’operatività nel comune di appartenenza (dunque Colle). Dodici ore lavorative settimanali che il ''ghisa'' svolgerà a La Valletta. L’accordo - che resterà in vigore fino alla fine dell’anno corrente - consentirà all'ente guidato da Marco Panzeri di effettuare maggiori pattugliamenti nelle ore pomeridiane e serali e nelle giornate prefestive e festive.
G.C.
Invia un messaggio alla redazione

Il tuo indirizzo email ed eventuali dati personali non verranno pubblicati.